top of page

Verbicaro, Amici della lirica, fondi distratti: il consigliere Cirimele fornisce le spiegazioni

Aggiornamento: 25 lug 2023

Verbicaro, Amici della lirica, Cirimele fornisce le spiegazioni durante il consiglio comunale #amicidellalirica #verbicaro


Verbicaro, Amici della lirica, fondi distratti: il consigliere Cirimele fornisce le spiegazioni


VERBICARO – 21 lug. 23 - C'era stata una precisa interrogazione, supportata da documenti, sul passaggio di una cifra, poco meno di seimila euro, dell'associazione “Amici della lirica” sul conto personale del consigliere Franco Cirimele che è anche presidente dello stesso gruppo culturale. L'avevano presentata i consiglieri di opposizione chiedendo al sindaco e al prefetto di affrontare la tematica in un consiglio comunale. Il consigliere Franco Cirimele, presidente dell’associazione, è stato chiamato nell'assemblea cittadina a fornire chiarimenti.


Verbicaro, Amici della lirica, fondi distratti: il consigliere Cirimele: «Ho evitato che i fondi venissero erosi dai costi del conto»

Ha ricostruito l’intera vicenda mettendo in risalto la natura pubblica, aperta, tracciabile, della gestione dei fondi residui dell’associazione, pari a 5.808,31, euro, che sono sempre rimasti intatti nella loro consistenza e nella piena e sostanziale disponibilità degli associati. Il consigliere ha anche ripercorso le vicende dell’associazione, rimasta inattiva per circa nove anni, “a causa del venir meno dei finanziamenti regionali”. La situazione, ha spiegato, è che “al cessare delle attività è rimasto titolare di un conto corrente con una giacenza iniziale di 6.710 euro che, sebbene non utilizzato, comportava spese per quasi 200 euro all’anno. Sicché – si legge - all’inizio del 2021 la somma depositata risultava ridotta a 5.808,31 euro, senza che nessuno avesse mai compiuto operazioni di conto, ma per la sola erosione del capitale dovuta alle spese di gestione.



Verbicaro, Amici della lirica, fondi distratti: l'associazione era inattiva

Di fronte a questa situazione il consigliere – è stato detto durante l'assemblea cittadina - si muoveva per lo scioglimento dell’associazione, chiedendo indicazioni anche a funzionari comunali, ed al contempo procedeva alla chiusura del conto corrente spostando le somme su un proprio libretto al portatore, con l’intento di non far maturare ulteriori spese e di dare successivamente alle somme medesime la destinazione prescelta dai soci o dal direttivo in fase di liquidazione, come da statuto. L’operazione – ha evidenziato il consigliere - veniva fatta alla luce del sole, con passaggio assolutamente tracciabile e visibile sugli estratti del precedente conto, costantemente esposto al controllo del tesoriere e degli associati. Quelle somme, in attesa di determinazioni sul loro utilizzo, sono rimaste su quel libretto senza che nessuno le abbia mai utilizzate, dopo di che, col recente manifestarsi della polemica politica sul loro utilizzo, sono state intestate nuovamente all’associazione con assegno circolare che il consiglio direttivo dello scorso 9 luglio ha disposto accreditarsi su nuovo libretto dell’associazione stessa”.


Verbicaro, Amici della lirica, fondi distratti: "solo una questione burocratica"

Una questione burocratica ha spiegato ai gruppi di opposizione il consigliere Cirimele. Pur riconoscendo i limiti formali del proprio modo di procedere, ha evidenziato, durante l'assemblea: “come il suo agire non può assolutamente essere associato ad intenzioni fraudolente, negate sul nascere dalla natura pubblica, aperta, tracciabile ed ufficiale del passaggio, noto e visibile a tutti i componenti del direttivo dell’associazione”. “Il tutto – ha garantito - si è svolto sempre in maniera aperta”. E' stato lo stesso Cirimele a porre varie volte la problematica alle varie sedi competenti. “All’origine del tutto - ha ribadito il consigliere - c’è stata la preoccupazione di non lasciare che le spese del conto corrente erodessero il capitale. Nient’altro che questo. Credo di poter dire con assoluta sicurezza ed in piena coscienza - ha concluso il consigliere - di aver agito in questa vicenda col solo scopo di tutelare il piccolo deposito economico dell’associazione, che, nonostante gli innegabili errori di percorso, risulta effettivamente integro e disponibile per l’ente che ne è titolare”.




Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page