top of page

Tortora, messaggi di solidarietà per la donna aggredita in strada

Aggiornamento: 17 ago 2021

Una serie di messaggi di solidarietà per la donna aggredita nei primi giorni di agosto in strada

TORTORA – 16 ago. 21 - Catena di messaggi di solidarietà per Beatrice Lucrezia Orlando, la donna di Potenza, aggredita a Tortora il 4 ed il 6 agosto scorsi. La donna, una volta tornata a Potenza, e dopo essersi ripresa dal grave pestaggio, aveva raccontato i fatti al Quotidiano del Sud, regolarmente denunciati ai carabinieri che hanno avviato le indagini. «Io credo di essere viva per miracolo – aveva dichiarato Beatrice Lucrezia Orlando -. E dopo quanto accaduto non nego di avere una grande paura per me e per la mia famiglia. L’unica cosa che mi rassicura è la presenza delle forze dell’Ordine, che hanno dimostrato grande disponibilità e attenzione e l’affetto di Potenza, una città che ancora una volta mi ha dimostrato di essere grandissima».



Il consigliere regionale di Forza Italia, Antonio De Caprio, ha inviato un messaggio di solidarietà alla vittima del pestaggio. «Sono accanto alla professoressa – ha dichiarato il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale – alla quale porgo la mia più sentita solidarietà e vicinanza. Fatti del genere devono essere perseguiti con forza. Nessuno deve arrogarsi il diritto di ledere la serenità e la vita altrui. Il mio auspicio è che si faccia luce, al più presto, sull’accaduto e che i responsabili siano assicurati alla giustizia». Il consigliere regionale De Caprio ha condannato l'accaduto: «E’ assurdo che una persona venga aggredita e picchiata senza alcun motivo plausibile. Siamo alla follia pura. Ciò che è accaduto nella cittadina tirrenica, ai danni della signora, Beatrice Lucrezia Orlando – ha dichiarato De Caprio – ha dell’incredibile. Qualunque sia il motivo di tanta acredine nei suoi confronti, rimane un atto vile e indegno di un paese civile».



Il consigliere di opposizione Raffaele Papa ha inviato un messaggio di “Totale solidarietà e vicinanza alla inconsapevole vittima”. «È un fatto grave, una violenza inaudita e senza precedenti a Tortora. Si intervenga con urgenza – ha affermato Raffaele Papa - per individuare i responsabili di questa assurda vicenda. Soprattutto si intensifichino controlli specifici sul territorio per una forte azione preventiva che dia a tutti i cittadini la sicurezza di vivere in un paese tranquillo, sicuro e non nel Far West alla mercé di bande criminali». Sull'accaduto è intervenuta anche l'unione delle Associazioni della Riviera dei Cedri e del Pollino. La solidarietà dell'intero alto Tirreno cosentino: “Una condanna senza se e senza ma – si legge - alla quale si aggiunge anche un altro messaggio: questa non é la Calabria per la quale quotidianamente ci battiamo, questa non é la nostra Calabria. Vero é che si tratta di un episodio isolato e che, da quello che si apprende sui social, le persone coinvolte non sarebbero calabresi, ma quanto accaduto danneggia anche l'immagine del nostro territorio che si é sempre contraddistinto per l'accoglienza e la solidarietà. Auspichiamo che chi di competenza possa fare luce, al più presto, su quanto accaduto. Alla professoressa formuliamo i nostri migliori auguri di pronta guarigione e la invitiamo a voler tornare a trascorrere le sue vacanze nel nostro territorio, che la accoglierà sempre a braccia aperte”. La vittima del pestaggio aveva dichiarato, fra l'altro: «Io non li conoscevo neppure, non credo di aver in passato mai parlato neppure con queste persone. Anche il cognome me l’hanno riferito dopo, io non sapevo chi fossero. Ed è per questo che penso che siano persone pericolose per la comunità. E non è un caso che a Tortora prima di questo episodio stavano con le porte aperte ora sono con le serrande abbassate».



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page