• Scalea

Scalea, palazzo di giustizia "abbandonato". Segnalazione dell'opposizione

Segnalazioni anche di carattere ambientale: via De Curtis nel degrado, Rifiuti nei pressi dell'isola ecologica



SCALEA – 27 lug. 22 - I gruppi di opposizione segnalano una serie di criticità e di problemi da risolvere sul territorio di Scalea. “Per Scalea”, gruppo di opposizione con a capogruppo Angelo Paravati, evidenzia ancora una volta l'abbandono dell'ufficio di giustizia di Scalea lungo via Plinio il Vecchio, adiacente alla casa comunale. “Nel bel mezzo dell'estate 2022 il Giudice di Pace di Scalea prova eroicamente a tenere le udienze, ma non sempre è facile e non sempre riesce. L'ascensore non funziona da mesi, e per chi è portatore di inabilità motorie l'accesso alle aule o agli uffici è letteralmente precluso. Si è verificato la settimana scorsa, il Giudice è stato costretto a rinviare l'udienza perché un testimone in sedia a rotelle è rimasto al piano terra senza poter accedere all'aula di udienza. Pare non sia la prima volta. Di aria condizionata – scrive “Per Scalea” - neanche a parlarne, basterebbe un minimo di manutenzione, ma niente, le udienze e le attività di ufficio si svolgono nel caldo più insopportabile. Ogni tanto compare qualche ventilatore, ma non può essere questa la soluzione. Infine resta sempre rotto il vetro del portone di ingresso.


Lo abbiamo segnalato già diversi mesi fa, ma niente, quel vetro non è stato sostituito. Il costo dell'intervento di un vetraio sarebbe di pochi euro, ma niente, evidentemente non si può fare. Sappiamo bene che i costi del mantenimento dell'ufficio sono stati assunti in convenzione tra i diversi Comuni del Mandamento, con Scalea in ruolo dominante, ma è pur vero che tra gli oneri del Comune maggiormente interessato ci dovrebbe essere quello di sollecitare l'adempimento alle obbligazioni da condividere, altrimenti qual è il ruolo della politica?”



.Il consigliere di opposizione, Eugenio Orrico, solleva due questioni “ambientali”. In una nota scrive: “La strada intitolata ad Antonio De Curtis, il grande Totò, versa in condizioni di totale degrado ambientale. Eppure esiste una ordinanza dell'8 giugno, firmata dal sindaco, attraverso la quale si ordina a tutti i proprietari e possessori a qualsiasi titolo di terreni, che è fatto obbligo di provvedere alla pulizia ed eliminazione delle sterpaglie”.


Altra segnalazione, sempre dal consigliere Orrico è relativa all'isola ecologica in località La Bruca. Vengono segnalati rifiuti ingombranti. “C'è di tutto – scrive Eugenio Orrico -. Un vero pugno nell'occhio. Non si può conferire all'interno da circa un mese in quanto chiusa. Ed ecco perchè per le strade di Scalea fanno bella mostra di sé gli ingombranti. Come è possibile che una situazione di una certa gravità possa passare inosservata?”.




219 visualizzazioni0 commenti