Scalea e Praia a Mare, ordinanze sul decoro urbano

I sindaci Perrotta e De Lorenzo hanno firmato ordinanze sul decoro urbano

Foto d'archivio


PRAIA A MARE – 6 lug. 22 - Il sindaco di Praia a Mare, Antonino De Lorenzo ha firmato l'ordinanza che prevede regole per il decoro urbano. Stessa iniziativa, nei giorni scorsi, dal sindaco di Scalea, Giacomo Perrotta. Il sindaco di Praia a Mare evidenzia: “la tutela ed il miglioramento della civile convivenza e della vivibilità degli spazi pubblici rappresentano un obiettivo strategico (prioritario) dell'amministrazione comunale”. Per questo si è “Valutato che il raggiungimento di tale fine non può prescindere da un'azione di prevenzione e contrasto dei fenomeni più diffusi di comportamenti indecorosi, causa di scadimento della qualità della vita dei cittadini, di difficile raggiungimento e contrasto con i normali strumenti normativi vigenti, vista la grande rapidità di mutazione ed evoluzione dei fenomeni”. In tutto il territorio comunale è vietato: circolare esclusivamente in costume da bagno, a torso nudo, scalzi e bivaccare; effettuare mestieri girovaghi in genere (musicanti, esibizioni estemporanee, cartomanti, ecc....), se non nell'ambito di manifestazioni o comunque dietro espressa comunicazione all'amministrazione comunale.



I musicanti, dopo aver presentato la relativa comunicazione, dovranno effettuare l'esibizione esclusivamente in forma acustica con piccola amplificazione e, comunque, mai in concomitanza con altri eventi o cerimonie nelle vicinanze. E' vietata ogni forma di accattonaggio; in luogo pubblico compiere atti o tenere comportamenti volgari o offensivi per la pubblica decenza e il pubblico decoro, utilizzare petardi o altri artifici esplodenti, provocando schiamazzi e disturbo alla quiete pubblica utilizzando fischietti, megafoni, trombette o altri oggetti atti a creare rumore o suoni, indossare o maneggiare accessori volgari e lesivi della pubblica decenza; distribuire nella pubblica via volantini o materiale promozionale, se non espressamente autorizzati.

Anche a Scalea, il sindaco Giacomo Perrotta ha firmato un'ordinanza tenendo in considerazione: “che sul territorio comunale, ed in particolare nelle zone a maggiore flusso turistico si verificano frequentemente comportamenti che vengono avvertiti dalla generalità delle persone come contrari al decoro e alla decenza tipici del normale convivere civile, come per esempio circolare in costume da bagno e a torso nudo”. Considerata laa vocazione turistica del comune di Scalea: “A tutela del decoro urbano e della decenza tipici del normale convivere civile è vietato circolare e sostare a torso nudo o in costume da bagno in tutte le aree e le vie pubbliche del centro abitato con decorrenza dalla data di pubblicazione dell'ordinanza e fino al 15 settembre”.



2.056 visualizzazioni0 commenti