top of page

Papasidero, i funerali di Amedeo Marino. Tanta commozione anche dal parroco Celia

Aggiornamento: 6 mar 2023

La comunità raccolta davanti alla salma di Marino, vittima di un incidente mortale



PAPASIDERO – 3 mar. 23 - L'ultimo commosso saluto ad Amedeo Marino, il 24enne deceduto nell'incidente stradale avvenuto nella notte di domenica scorsa. La salma è arrivata a Papasidero, nella chiesa di San Costantino alle 11.30. Il rito funebre si è svolto, a partire dalle ore 14.30, alla presenza dell'intera comunità addolorata per la grave perdita della giovane vita. Amedeo Marino era uno chef e gestiva un ristorante a Cirella di Diamante. Il parroco di Papasidero Don Ezio Saporito ha celebrato il funerale ed ha invocato la misericordia di Dio. «Mai come in questa occasione sento la responsabilità del mio essere sacerdote e la mia inadeguatezza – ha detto il Parroco don Ezio Saporito – davanti alla morte del mio giovane amico Amedeo. L'ho tenuto in braccio da bambino, gli ho dato il dono del battesimo, la prima comunione, la cresima. E' stato accanto a me nella sua fanciullezza facendo il chierichetto fino a quando è diventato grande. Da quando domenica mattina, abbiamo saputo la triste notizia, non ho fatto altro che pensare ad Amedeo». Momenti di sofferenza, nel gruppo di giovani amici, ha ricordato il Parroco.



Un evento doloroso che ha colpito una comunità così piccola «Visitata dal dolore della morte di un giovane. Siamo qui a parlare di Amedeo e a chiederci il perchè della sua morte. Il dolore è grande ed è difficile da superare. Un momento forte della morte improvvisa ed inaspettata. Un momento così cupo in cui anche il tempo piange. Una giornata nebbiosa. Questa storia qui in terra del caro Amedeo si interrompe per iniziarne una nuova, incomprensibile ai nostri sguardi umani, che vedono solo morte e fine, ma comprensibile agli occhi della Fede che vedono gloria eterna e vita. Siamo qui in un momento in cui la Fede viene messa alla prova e la preghiera che sale dal cuore grande, piegato, della sua mamma Floriana e di suo padre Pino, del fratello Salvatore, della sorella Desirèe, dei nonni, degli zii, dei parenti tutti e dei giovani che fanno corona di amore e di affetto al loro caro amico». Una serie di riflessioni del parroco don Ezio Saporito che, addolorato, ha cercato di dar forza alla comunità e di fornire una spiegazione, l'unica, che può trovare conforto proprio nella fede. Don Ezio Saporito ha informato che tutta la Comunità dell’alto Tirreno cosentino si ritroverà a Papasidero anche oggi pomeriggio, alle ore 18,15 per una fiaccolata silenziosa "facendo seguito alla proclamazione del lutto comprensoriale di mercoledì 1 marzo, ritenendo doveroso trasmettere un messaggio di pace e di speranza alla luce di quanto successo nel nostro territorio ed al largo della costa crotonese, accogliendo l’invito delle Associazioni di proporre alla popolazioni riflessioni che stimolino le coscienze". Il corteo partirà dalla Chiesa di San Costantino e si concluderà in prossimità dell’abitazione del giovane Amedeo. La fiaccolata sarà preceduta dalla Celebrazione della Santa Messa del Primo Venerdì del mese alle ore 16,30 e dalla Via Crucis per le vittime di questo tempo alle ore 17,15. Intanto, il sindaco di Papasidero, Fiorenzo Conte, ieri, ha proclamato il lutto cittadino. Conte ha ordinato l'esposizione a mezz'asta della bandiera posta nella sede comunale. La chiusura degli esercizi commerciali, artigianali e delle attività di impresa, con l'abbassamento delle serrande dalle ore 14,00 alle ore 18,00 in concomitanza con lo svolgimento dei funerali.




Commentaires


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page