top of page

Bonifati, una residenza anagrafica per i senza tetto in via della Casa Comunale-Don Gallo

Iniziativa dell'amministrazione del sindaco Grosso: residenza fittizia per poter fornire servizi ai senza tetto



BONIFATI – 17 dic. 22 - L’esecutivo comunale con in testa il sindaco Francesco Grosso, riconosciuta l'obbligatorietà dell'iscrizione nell'apposito registro nazionale dei senza fissa dimora, qualora ve ne sia richiesta e ne ricorrano le condizioni, ha deliberato di denominare una via fittizia come “via della Casa Comunale/Don Andrea Gallo". Ricordano dall'amministrazione che don Andrea Gallo è il fondatore della comunità di San Benedetto al Porto, che amava definirsi: “prete di strada da sempre al fianco dei più deboli, degli emarginati, degli ultimi”. L'iniziativa della giunta, “considerato che all'interno della situazione di crisi economico-sociale attuale, sono presenti forme particolari di fragilità, che spesso comportano la perdita della casa e delle condizioni minime per il soddisfacimento dei bisogni primari e, valutato che il diritto alla residenza e, dunque, all'iscrizione anagrafica presso il comune è uno dei principali requisiti per accedere ad ogni altro servizio e prestazione pubblica sul territorio”, in una delle ultime sedute, la giunta ha istituito una via territorialmente non esistente con un nome convenzionale, dove verranno iscritti sia i "senza tetto” eventualmente risultanti residenti al momento del censimento, che i "senza fissa dimora" che eleggono domicilio nel comune, ma che in realtà non hanno un vero e proprio recapito nel comune stesso.



Un gesto, quello della giunta Grosso, di alto valore sociale. L'ordinamento delle anagrafi della popolazione residente, prevede che siano registrate le posizioni relative alle singole persone, alle famiglie ed alle convivenze che hanno fissato nel comune la residenza, nonché le posizioni relative alle persone senza fissa dimora che hanno stabilito nel comune il proprio domicilio.

La normativa attuale, prescrive l'obbligo per chiunque di avere una propria iscrizione anagrafica, precisando che la persona che non ha fissa dimora si considera residente nel comune dove ha stabilito il proprio domicilio e, in mancanza di questo, nel comune di nascita. Anche le disposizioni in materia di sicurezza pubblica, prescrive l'istituzione presso il ministero dell'interno di un apposito registro nazionale delle persone senza fissa dimora.



La persona senza fissa dimora è, ai fini anagrafici, chi non abbia in alcun comune quella dimora abituale che è elemento necessario per l'accertamento della residenza. L’amministrazione comunale di Bonifati, a conoscenza di questa normativa e di situazioni che non consentono agli aventi diritto di iscriversi nell’anagrafe del comune, ha così disposto l’istituzione di una via, territorialmente non esistente, ma conosciuta con un nome convenzionale, dove verranno iscritti sia i senza tetto risultanti al censimento, che i senza fissa dimora che eleggano domicilio nel comune.



Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page