Belvedere, strisce blu: la vecchia gestione chiama il comune davanti al giudice

La società Trafic afferma di vantare crediti per 255mila euro. Il comune pronto a rispondere



BELVEDERE – 29 lug. 22 - La gestione delle “strisce blu” a Belvedere Marittimo finisce in tribunale. La società Trafic che gestiva i parcheggi a pagamento ha presentato il decreto ingiuntivo vantando una somma importante poco più di 255mila euro. Il decreto è stato notificato al comune lo scorso 7 luglio ed ora la Giunta Cascini ha intenzione di opporsi all'atto. La società Trafic lamenta il mancato pagamento, di 255.382,10 euro, ai quali vanno aggiunti gli interessi moratori e le spese della procedura di ingiunzione, liquidate in 2.775,50 euro per compenso professionale. La mancata costituzione in giudizio, secondo la Giunta Cascini, potrebbe causare un danno all’Ente e agli atti si legge che, secondo l'esecutivo di Belvedere Marittimo: “le pretese creditorie della Traffic Srl, non solo sono infondate ma sussiste un credito non soddisfatto del Comune di Belvedere M.mo, per come si evince dalla determinazione del 18 maggio 2022, per cui oltre ad opporsi al Decreto Ingiuntivo, l'ente presenterà una domanda riconvenzionale”.



La giunta ha infine demandato al responsabile del settore di Polizia Locale, l’individuazione del professionista a cui affidare l'incarico ed il compimento di ogni atto di gestione. Nello scorso mese di maggio, come si ricorderà, in piena gestione commissariale del comune, con una determina del settore di Polizia locale di Belvedere Marittimo era stata decisa la risoluzione del contratto per il servizio di gestione delle aree di sosta, con parcheggi a pagamento del comune di Belvedere Marittimo. L'atto era stato stipulato il 27 settembre 2018. La risoluzione del contratto è motivata “per grave inadempimento”. A luglio del 2017 era stata indetta la procedura di gara aperta per l’individuazione della ditta a cui affidare il servizio di gestione e controllo di parcheggi pubblici a pagamento, senza custodia. A settembre 2018 era avvenuto il relativo affidamento dell’appalto. Cinque anni la durata del servizio previsto, a partire dal 27/09/2018 con la corresponsione del canone di concessione pari al 27% dell’incasso proveniente dai parcometri. Era prevista la rendicontazione mensile e il versamento in quattro rate trimestrali posticipate con scadenza al 10 aprile, 10 luglio, 10 ottobre e 10 gennaio di ogni anno.



Ad agosto dello scorso anno era stata trasmessa una diffida alla società Trafic nella quale si chiedeva di corrispondere al comune di Belvedere Marittimo le somme ad esso spettanti, in base al contratto d’appalto. Nonostante tale diffida, si apprende in un atto del comune, la società “è rimasta inerte rispetto agli obblighi contrattuali, facendo anzi pervenire una nota acquisita al protocollo dell’ente, in cui accampava, per giustificare il suo grave inadempimento contrattuale, scusanti prive di pregio”. Le somme spettanti al Comune superano i centomila euro. Sono dovuti, secondo contratto, anche gli interessi moratori.

Lo scorso 21 luglio, il comune si è determinato a contrattare per l’affidamento temporaneo del servizio di gestione delle aree di sosta a pagamento per il periodo presumibile luglio 2022 giugno 2023. Sono in tutto quattro le manifestazioni di interesse pervenute nei termini stabiliti e tutte presentano i requisiti necessari per poter partecipare all’affidamento del servizio. Il valore del contratto per il periodo presumibile luglio 2022 giugno 2023 è pari a 70.000 euro. Il comune si prepara alla procedura negoziata.