Belvedere, frane: la giunta Cascini chiede cospicui finanziamenti alla Regione e al Governo

Per risolvere il problema delle numerose frane a Belvedere Marittimo, la Giunta Cascini scrive al Governo e alla Regione. Famiglie sfollate dalle abitazioni

BELVEDERE – 10 feb.21 - L'amministrazione comunale del sindaco Vincenzo Cascini risponde subito, e in maniera più ampia, alla petizione dei cittadini di alcune contrade, ma in generale a tutta la popolazione, sulla questione dei movimenti franosi che hanno generato anche situazioni di pericolo sul territorio comunale. La Giunta ha deliberato una “Richiesta di finanziamenti urgenti a seguito dei danni conseguenti agli eventi atmosferici dei giorni scorsi”. Si legge agli atti: “Nelle ultime settimane il territorio calabrese ed il Tirreno cosentino sono stati interessati da abbondanti e frequenti piogge, che hanno causato nel comune di Belvedere Marittimo numerose ed importanti frane in più punti del territorio comunale, con conseguenti interruzioni di strade comunali, che rendono difficoltose ed in qualche caso persino impediscono l'accesso alle abitazioni”.



L'ultima riguarda la zona di contrada Rocca, con un masso che è finito sulla strada, ed altri che invece hanno tenuto con il fiato sospeso gli abitanti di cinque fabbricati. Ma gli episodi registrati negli ultimi mesi sono diversi. Nella delibera di Giunta si evidenzia “che le frane dei giorni scorsi hanno altresì causato il parziale crollo di un edificio multipiano nella zona marina del territorio comunale, con pericolo imminente per la pubblica incolumità, e per il quale il sindaco ha già adottato apposita ordinanza”. Dalle relazioni tecniche sia degli uffici comunali che dei vigili del fuoco e della protezione civile, si evidenzia ancora, sono ben evidenziati i danni per il territorio comunale, per i quali si rendono necessarie cospicue risorse finanziarie ed organizzative che non sono nella disponibilità del comune, che versa peraltro in condizioni di dissesto finanziario. “A causa degli eventi - si legge - 5 nuclei familiari, per un totale di 16 persone, di cui 13 alloggiate in un albergo del luogo, sono stati sgomberati dalle proprie abitazioni. Alla luce di quanto rappresentato, si ritiene di chiedere alle amministrazioni statali e regionali un rapido e cospicuo intervento finanziario e tecnico-organizzativo per riparare i danni subiti dalla comunità”. La Giunta ha dato mandato al sindaco Cascini di chiedere alla Presidenza del Consiglio dei ministri, dipartimento della Protezione civile; al presidente della Regione Calabria; all'assessorato ai lavori pubblici della Regione Calabria e alla Protezione civile regionale cospicue risorse finanziarie e tecnico-organizzative per riparare gli ingenti danni subiti dal territorio comunale.