top of page

Tortora: in marcia contro l'impianto smaltimento rifiuti di San Sago

La manifestazione degli ambientalisti e dei comuni contro la riapertura dell'impianto di San Sago



TORTORA – 18 dic. 21 - Manifestazione “sottotono” a Tortora contro la riapertura dell'impianto di trattamento dei rifiuti liquidi, pericolosi e non, di San Sago. Si è registrata una maggior presenza di cittadini e politici lucani che dell'area tirrenica. Potrebbero essere diversi i fattori che influiscono sullo scarso entusiasmo da parte delle popolazioni del Tirreno cosentino. La manifestazione è iniziata puntuale intorno alle ore 10.00 di ieri in piazza Stella Maris, a Tortora. Il sindaco Antonio Iorio, nel corso del suo intervento ha confermato un coinvolgimento del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

«Chiediamo la delocalizzazione dell'impianto – ha detto il sindaco Antonio Iorio – perchè non è accettabile, anche dopo le motivazioni della sentenza penale, un disastro ambientale sia per il fiume Noce che per il mare. Teniamo a salvaguardare la salute dei cittadini di tutto il comprensorio».


La manifestazione, organizzata da Legambiente Maratea, dopo una breve sosta in piazza Stella Maris, come da programma è proseguita con la marcia sul lungomare e fino alla foce del fiume Noce. Intanto, dopo che la Regione Basilicata ha espresso parere favorevole alla valutazione di incidenza ambientale, si attendono le decisioni del dipartimento Ambiente della Regione Calabria in merito all'autorizzazione di impatto ambientale. Il sindaco, in piazza, ha anche fatto riferimento alla protesta dei cittadini di San Floro in provincia di Catanzaro. «A Mattarella, capo delle istituzioni e del Csm – ha detto il sindaco Iorio - chiederò di valutare e tener conto delle motivazioni espresse nella sentenza penale. Non possiamo permetterci di riaprire San Sago; nel caso contrario avremo fallito tutti, compresa la politica. In tal caso non mi sento più di appartenere alle istituzioni». I ringraziamenti ai sindaci per il supporto offerto costantemente, insieme al comitato fiume Noce e alle associazioni ambientaliste impegnate per evitare la riapertura dell'impianto.



Kommentare


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page