top of page

Scalea, l'opposizione: "Un anno di delusioni”

Il gruppo "Per Scalea" interviene in maniera critica dopo il bilancio del sindaco Perrotta sul primo anno di amministrazione



SCALEA – 29 set. 21 - “Un anno di delusioni”. In questo modo, il gruppo di opposizione “Per Scalea”, con in testa il consigliere Angelo Paravati, bolla il bilancio dei primi 365 giorni della giunta Perrotta. All'elenco di azioni positive del sindaco di Scalea, arriva, in contrasto, il bilancio negativo tracciato dall'opposizione: “Oggi, come gruppo di opposizione – si legge nella nota di “Per Scalea” - avremmo gioco facile ad elencare gli innumerevoli errori commessi da questa amministrazione, alcuni per scarsa visione politica, altri per inesperienza amministrativa, molti per scarsa comprensione delle esigenze dei cittadini. Tuttavia, ad un anno abbondante dall’insediamento di Perrotta & co. il dato che riteniamo più rilevante è la delusione che regna nel paese intero, e quella più autentica è proprio la delusione di chi un po’ ci aveva creduto, salvo essere clamorosamente smentito dai fatti”. Paravati ricorda anche la campagna elettorale “fondamentalmente denigratoria nei nostri confronti ma, soprattutto, irresponsabilmente illusoria nei confronti dei cittadini di Scalea”.



Il gruppo di opposizione propone l'elenco di chi sarebbe rimasto deluso: i contribuenti, “che si vedono aumentare le tasse all’inverosimile ed in maniera illegittima, salvo sentirsi dire che se i soldi avanzano revochiamo gli aumenti”; gli operatori del turismo: “costretti ad affrontare la stagione estiva abbandonati a sé stessi tra mare mai così sporco ed emergenza spazzatura mai così grave”. Ancora, la delusione della collettività e dei turisti: “per un’estate in cui il paese sembrava davvero abbandonato alla propria sorte, tra acqua che mancava a ripetizione, cumuli di spazzatura, aree parcheggio sequestrate e mancanza di rinforzi stagionali per la polizia municipale”. La cittadina, da diecimila abitanti a duecentocinquantamila presenze è stata gestita “con lo stesso organico di polizia municipale, come se niente fosse, per non parlare delle allarmanti notizie di uso di armi in pieno centro senza che nessuno fosse in grado di vigilare”. Altri motivi di delusione, secondo il gruppo di opposizione: la programmazione degli spettacoli estivi “inadeguata ed approssimativa che spesso ha indotto turisti e residenti a passare le proprie serate altrove”; per i balneari: “le concessioni per poter lavorare sono state esposte ad ulteriori aggravi, al di là del dettato normativo”.



E ancora, le “richieste di finanziamento per progetti anche importanti, come la videosorveglianza o la sistemazione dell'area frangivento, sistematicamente disattese. La delusione del corpo dipendente, troppe volte utilizzato come capro espiatorio per errori riconducibili all’amministrazione e sicuramente poco protetto e poco incoraggiato nello svolgimento dei propri compiti”. Il giudizio è negativo: “Verso tanti motivi di delusione, al ricorrere del compimento del primo anno di amministrazione, ci saremmo aspettati una richiesta di scuse da parte del sindaco e o dei suoi collaboratori, come si fa quando i risultati non corrispondono alle aspettative promesse”.



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page