top of page

Scalea, incendio palazzo, la vicesindaca: "uno scenario preoccupante”

Aggiornamento: 30 gen

Scalea, incendio palazzo sul corso Mediterraneo, la politica commenta quanto accaduto, la vicesindaca Alfano: "uno scenario preoccupante"


🔵 segui le notizie sul canale whatsapp di miocomune ➡️


Scalea, incendio palazzo sul corso Mediterraneo, la politica commenta quanto accaduto, la vicesindaca Alfano: "uno scenario preoccupante"

SCALEA – 26 gen. 24 - Un “monumento” nero campeggia ormai da circa due giorni sul Corso Mediterraneo di Scalea: è il palazzo in cui è stato appiccato l'incendio che è stato devastato dalle fiamme di un evento quasi certamente doloso, partito dall'attività commerciale posta al piano terra. E, dopo quanto accaduto, si discute, si analizza, dal punto di vista politico; mentre le indagini dei carabinieri vanno avanti per ottenere più certezze sull'accaduto. Ma come affermato ampiamente, gli elementi raccolti sembrano far propendere per l'origine dolosa e, se è così, va trovata una chiave di lettura, da chi indaga, ed anche da chi gestisce l'amministrazione della città, perchè gli eventi incendiari, negli ultimi tempi si sono moltiplicati.

La vicesindaca di Scalea, Annalisa Alfano, fa sapere che “L'amministrazione comunale ha espressamente richiesto al prefetto il comitato per l'ordine e la sicurezza, da tenere proprio a Scalea, per coinvolgere l’intero territorio e dare una risposta forte ai cittadini, attestando la presenza concreta dello Stato in un momento delicato in cui, la fiducia verso le istituzioni, comincia a vacillare di fronte ad uno scenario alquanto preoccupante”.

Il gruppo di minoranza, che fa capo al consigliere Angelo Paravati, ha espresso solidarietà e vicinanza ai titolari e ai dipendenti dell'azienda commerciale “Dal Brigante”, e a tutti gli abitanti dello stesso fabbricato che hanno subito danni enormi. “Non sono ancora note le cause del fatto – afferma il gruppo Per Scalea - ma fa effetto che lo stesso si sia verificato ad un anno esatto da un altro fatto incendiario parimenti devastante, e nel frattempo altri eventi del genere si sono registrati in danno di imprese e privati. Il nostro auspicio è che chi di dovere possa chiarire al più presto le cause e, se del caso, possa intervenire in maniera adeguata, ma soprattuto ci auguriamo che chi è stato danneggiato da tali fatti possa riprendersi al più presto”.


 
 

Eugenio Orrico, consigliere comunale e commissario di “Noi Moderati Scalea”, in una nota scrive: “Nessuno deve sentirsi solo davanti all'intimidazione criminale. Bisogna fare di tutto affinché chi subisce un attentato abbia la forza di denunciare. In quest'ultimo periodo nella città di Scalea sono in aumento furti ed atti intimidatori rivolti a commercianti e ad imprenditori, pertanto, chiedo, alle autorità che presiedono il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, prefetto, questore, carabinieri e guardia di finanza, di esaminare quanto sta accadendo nella città di Scalea al fine di sconfiggere gli atti intimidatori, le minacce e le violenze di cui molti sono protagonisti. La cittadinanza di Scalea intende far fronte comune contro questa problematica e non può essere lasciata sola dallo Stato. Nell'ultimo periodo Scalea è stata vittima di diversi atti gravosi: sono stati incendiati mezzi meccanici ad una ditta di movimento terra, all'interno di capannoni in uso ad imprenditori e commercianti ci sono stati importanti furti; e nella nottata di mercoledì scorso, un incendio di vaste dimensioni ha interessato un'attività commerciale situata su Corso Mediterraneo.

 
 

Gli ultimi accadimenti che si sono verificati a Scalea hanno creato non poche preoccupazioni ai cittadini e, pertanto, chiedo, al Prefetto di Cosenza ed al comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, un impegno significativo e fermo volto al contrasto alla criminalità con l'impiego nel territorio di una maggiore presenza di militari e di forze dell'ordine. Solo attraverso un rafforzamento di uomini e attraverso un'attività di prevenzione capillare si possono reprimere consistenti reati come quelli succitati al fine di ritornare a vivere in tranquillità”.


 

Guarda il servizio video



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page