top of page

Scalea, i risultati delle elezioni provinciali generano il "caso" politico locale, minoranze all'attacco

Le elezioni provinciali di Cosenza a Scalea generano il caso politico locale, i risultati e l'elezione di un rappresentante IdM (Lega)


Le elezioni provinciali di Cosenza a Scalea generano il caso politico locale, i risultati e l'elezione di un rappresentante IdM (Lega)
La segretaria provinciale di Idm, Alfano, anche vicesindaca a Scalea

SCALEA – 22 dic. 23 - I risultati delle elezioni provinciali, ma soprattutto le “appartenenze” di partiti e movimenti generano il caso politico locale a Scalea con le minoranze che vanno all'attacco. É la presenza della vicesindaca, Alfano, che è anche segretaria provinciale di Italia del Meridione ad accendere la miccia. Non la figura di Alfano, ma la presenza dell'unico eletto di Italia del Meridione nel consiglio provinciale, dichiaratamente appartenente alla Lega per Salvini. La stessa segretaria provinciale Alfano ha commentato: “Le elezioni provinciali hanno chiarito ancora una volta, semmai ce ne fosse bisogno, che Italia del Meridione è una forza politica in pieno divenire, che riesce ad affermarsi nelle competizioni elettorali rappresentando la voce dei territori.



L'elezione al consiglio provinciale di uno dei candidati della lista Italia del Meridione, Andrea Algieri, è una vittoria per tutto il partito che ormai da anni cerca di migliorarsi captando fra la società civile gli esponenti più preparati per mandare avanti i valori e le battaglie del nostro partito”. Ma il commissario della Lega Salvini, Saccomanno, si è affettato a dichiarare il “Buon risultato alla ultima competizione per le elezioni provinciali 2023 sia nella provincia di Catanzaro che di Cosenza”, In quest'ultima provinciali ha dichiarato “per la prima volta, è stato eletto un consigliere nella persona Algieri Andrea”, evidenziando il lavoro di squadra della Lega.

La “presunta” appartenenza di Algieri alla Lega ha scatenato la discussione locale a Scalea dove, per ovvie motivazioni di posizioni politiche locali, è intervenuta la minoranza. Nella lista alle provinciali di IdM era presente, infatti, il consigliere di maggioranza, Gino Cirimele, che secondo i gruppi di opposizione in consiglio comunale pare fosse all'oscuro del presunto “accordo fra IdM e Lega” che in verità la stessa vicesindaca Alfano smentisce. Tutto ciò, però contribuisce ad elevare i toni della discussione politica.



Il gruppo Per Scalea in una nota diffusa in serata scrive: “Le ultime vicende politiche locali danno la conferma di quanto al momento la guida amministrativa di Scalea sia del tutto carente di sostanza politica. Il voto alle provinciali per Italia del Meridione che, col coinvolgimento di un consigliere di Scalea, finisce per eleggere un candidato della Lega Nord, al di là della risibile contraddizione in termini, testimonia anche il totale disorientamento dei nostri, che per sostenere una roba del genere si sono isolati da tutti gli altri comuni. Il resto è sempre la stessa storia di incapacità e contraddizioni irrisolte, come il finto ambientalismo che ora, di fronte allo svettare di una nuova antenna, viene tradotto in furbeschi e grossolani espedienti allo scopo di difendere ciò che un tempo si condannava a suon di cortei. In generale in questi anni va così, tra ipocrisie, ambiguità, false apparenze, tirare a campare e tanta inconsistenza, mentre la buona politica è passata nel dimenticatoio. Eppure se sotto i vecchi politici di estrazione democristiana Scalea era un centro vitale, cresceva in ogni settore e costruiva di tutto, dalle scuole alle palestre, al palazzo municipale all’aula consiliare, e poi gli stadi, le grandi piazze, l’isola pedonale, la complanare, la pista ciclabile, la piscina etc, ed ora di tutte quelle opere non si riesce neanche a fare la manutenzione ordinaria, una ragione dovrà pur esserci”.



LA NOTA DEL CONSIGLIERE ORRICO

SCALEA – Un duro attacco alla maggioranza arriva anche dal consigliere Eugenio Orrico, che afferma senza ombra di dubbio: “Nella lista di IdM, eletto un esponente della Lega”. E poi lancia la provocazione sulla politica locale: “Ma la maggioranza del comune di Scalea, sapeva dell'accordo tra IdM e Lega? Gino Cirimele (candidato alle provinciali con IdM) è stato immolato? Alle elezioni provinciali – ricorda Orrico - ad entrare nel consiglio, è stato Andrea Algeri, appartenente alla Lega e non ad Idm. Una vera e propria bastonata per l'amministrazione comunale di Scalea che pur avendo candidato nella lista di Orlandino Greco il consigliere comunale di Scalea, Gino Cirimele, con i voti espressi dalla stessa, non ha fatto altro che foraggiare l'elezione di Algieri, il quale ricopre la carica di consigliere comunale di minoranza al comune di Bisignano”. E poi Orrico chiede con tono polemico: “Annalisa Alfano, sapeva dell'accordo Lega - Idm, essendo lei segretaria provinciale del partito? Possibile che a Cirimele siano state date garanzie mentre già si sapeva chi doveva essere eletto? Se fosse stato all'oscuro di tutto, il vicesindaco di Scalea a questo punto non solo deve rassegnare le dimissioni da Idm, ma insieme a Cirimele, il quale non è stato votato da tutti gli appartenenti alla coalizione amministrativa di Scalea, si devono anche dimettere i consiglieri dell'amministrazione Perrotta”.



LA NOTA DI ANNALISA ALFANO

Le elezioni provinciali hanno chiarito ancora una volta - semmai ce ne fosse bisogno - che Italia del Meridione è una forza politica in pieno divenire, che riesce ad affermarsi nelle competizioni elettorali rappresentando la voce dei territori.

L'elezione al Consiglio Provinciale di uno dei candidati della lista Italia del Meridione, Andrea Algieri, è una vittoria per tutto il partito che ormai da anni cerca di migliorarsi captando fra la società civile gli esponenti più preparati per mandare avanti i valori e le battaglie del nostro partito.

Ci sono momenti felici come quello di ieri sera per il risultato ottenuto, per nulla scontato, e poi situazioni delicate che diventano imbarazzanti se non affrontate opportunamente. E infatti, le dichiarazioni di uno degli esponenti della Lega, On. Simona Loizzo, che si intesta una vittoria di partito nella provincia di Cosenza, è quanto di più inverosimile ci possa essere, paventando anche un’ipotetica alleanza che mai da parte di nessuno dei nostri rappresentanti, è stata mai dichiarata.

A conti fatti, non mi risulta ci sia stata una lista della Lega in quest'ultima competizione provinciale - in realtà neanche in quelle passate -, al contrario per Italia del Meridione che da anni, con impegno e sacrificio di tutti i militanti, sta difendendo con le unghie e con i denti un modo di fare politica che, se appartenesse ai più, non continueremmo a parlare di sistema e gestione del potere ma bensì della bellezza e autenticità della Politica: quella con la "P" maiuscola.



Attribuirsi un risultato senza il minimo rispetto per il partito e le persone che ne fanno parte e che rappresento da Segretario provinciale, è fuorviante non solo per gli elettori ma anche e soprattutto irrispettoso e poco edificante verso una coscienza politica che, mai come adesso, dovrebbe essere il più trasparente possibile per evitare fraintendimenti che non fanno altro che alimentare disillusione verso la politica.

Esiste un solo vincitore ed è Italia del Meridione che ha eletto un consigliere provinciale, Andrea Algieri, che ha consapevolmente scelto di candidarsi con Italia del Meridione e non con la Lega e con il quale mi congratulo per il risultato ottenuto, frutto sicuramente di un impegno collettivo.

Ringrazio ogni singolo candidato e tutti gli elettori della nostra lista perché, se oggi festeggiamo l'elezione di un consigliere provinciale - per di più con tutti i pianeti contro - è solo ed esclusivamente per l'impegno profuso da ciascuno senza riserve.

Annalisa Alfano Segretario Provinciale di Italia del Meridione



Saccomanno (Lega), il partito cresce ancora: 3 consiglieri provinciali a Catanzaro e 1 a Cosenza

«Buon risultato alla ultima competizione per le elezioni provinciali 2023 sia nella provincia di Catanzaro che di Cosenza. Nella prima, la Lega è stato il primo partito con l’elezione di ben tre consiglieri: Riccio Eugenio, Argento Francesco e Mastroianni Davide, nella seconda, per la prima volta, è stato eletto un consigliere nella persona Algieri Andrea. Piccoli passi avanti che, comunque, dimostrato del costante impegno posto in essere dal movimento che lentamente si sta radicando in tutto il territorio regionale. Un lavoro di squadra che sta portando ad ottimi risultati e che merita di essere proseguito per ottenere dei buoni ed inaspettati consensi alle europee. Un grazie, quindi, a tutti gli eletti (On. Domenico Furgiuele, On. Filippo Mancuso, On. Pietro Raso, On. Simona Loizzo) ed ai segretari di sezione (Giuseppe Folino e Leo Battaglia), oltre, naturalmente, a tutti i candidati che con la loro partecipazione hanno consentito il raggiungimento del successo sopra indicato, frutto del lavoro svolto dagli stessi e che ha dimostrato di come si possano avere ottimi risultati quando si rema tutti assieme verso un unico porto e con lo stesso impegno».



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page