top of page

Scalea, dipendenti del consorzio di bonifica in sciopero insieme ai colleghi di Trebisacce

Aggiornamento: 27 ott 2022

L'intervento della segretaria comprensoriale della Flai Cgil, Federica Pietramala



SCALEA – 21 ott. 22 - Da alcuni giorni, è in atto una protesta dei lavoratori del consorzio di bonifica dell'alto Jonio cosentino, a Trebisacce. I dipendenti dell'ente di bonifica lamentano il mancato pagamento di diverse mensilità e in questi giorni si sono incatenati ai cancelli evidenziando ulteriormente lo stato di disagio. Sulla scia dei colleghi dello Jonio, anche i lavoratori del consorzio di bonifica che ha sede a Scalea, in via Fiume Lao, del “Bacini tirrenici”, hanno deciso di incrociare le braccia, astenendosi dal lavoro per “esprimere lo stato di drammaticità di centinaia di famiglie”. I lavoratori, fanno sapere i sindacati hanno proclamato lo sciopero per la giornata di ieri, per esprimere il dissenso per un piano industriale che mortifica le maestranze e preavvisa la chiusura del consorzio. Le organizzazioni sindacali, oltre che dalla segretaria comprensoriale della Flai Cgil, Federica Pietramala, che ha rilasciato anche una dichiarazione, sono rappresentate anche da Antonio Pisani(Fai Cisl) e Marco Stillitano (Filbi Uil).



Tutti i responsabili delle sigle sindacali, considerata l'attuale situazione e tensione dei lavoratori, chiedono: "All’amministrazione dell’ente e all’amministrazione regionale che vengano trovate soluzioni immediate per i pagamenti dei salari a tutti. La situazione di disagio è stata spiegata in un intervento da Federica Pietramala, segretaria comprensoriale della Flai Cgil. «Un’unità tra lavoratori dei Consorzi – ha dichiarato Pietramala, a nome e per conto del sindacato unitario - che fa capire lo stato di disperazione di centinaia di famiglie mortificate nella loro dignità. Ricordiamo che i lavoratori anche per questa campagna irrigua, hanno garantito con il loro lavoro e a proprie spese un eccellente servizio di irrigazione facendo andare avanti un settore, quello agricolo, che rappresenta per l’intera area volano di sviluppo nei distretti più importanti della Calabria. Sindacati e lavoratori continueranno - ha aggiunto Pietramala nella dichiarazione a nome del sindacato unitario - a difendere il loro diritto sacrosanto dei salari. Tutti i lavoratori in questa giornata, tengono a ricordare l’articolo 4 della Costituzione: “tutti i cittadini hanno pari dignità sociale...E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana”».



Σχόλια


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page