S. Maria del Cedro, bimba salvata in mare grazie all'intuito dei finanzieri

Salvataggio in mare di una bimba ucraina che rischiava di andare alla deriva a causa del forte vento



SANTA MARIA DEL CEDRO - 19 mag. 22 - Si è rischiata la tragedia, ieri mattina in mare a Santa Maria del Cedro. L'intervento delle forze dell'ordine che hanno operato in perfetta sinergia è stato tempestivo e la bambina di quattro anni, ucraina, che stava andando alla deriva spinta dal vento al largo, è stata tratta in salvo. La piccola era a bordo di un piccolo canottino ed i familiari l'hanno vista allontanarsi rapidamente.

E' accaduto tutto in breve tempo e grazie alla presenza nei pressi del tratto di spiaggia di una pattuglia della guardia di finanza, grazie all'intervento tempestivo della guardia costiera, si è riusciti ad organizzare il salvataggio della piccola ucraina. Nel giro di pochi istanti hanno raccontato i familiari, il canottino è stato spinto lontano dalla riva ed è diventato irraggiungibile. I primi a giungere sul posto sono stati i finanzieri. Una pattuglia della Tenenza di Scalea che si trovava nei pressi del tratto di mare. Immediatamente è partito l'allarme, verso i colleghi della Guardia Costiera mediante il numero 1530. Questi ultimi hanno recuperato il canottino a circa un miglio e mezzo dalla costa. La missione di soccorso della piccola è stata condotta dall’equipaggio di turno della guardia costiera, con l'utilizzo di un battello litoraneo modello “Zodiac hurricane”.



Chi si trovava sulla spiaggia aveva perso il contatto visivo con la piccola. L’equipaggio del battello veloce è riuscito a mettere in atto un dispositivo di ricerca preciso. Gli uomini della guardia hanno valutato l'intensità del vento e la forza della corrente. La piccola è stata subito avvistata e condotta in spiaggia dove ad attendere visibilmente preoccupati e spaventati c'erano i familiari. La bambina è stata affidata alle cure del personale medico del 118 per precauzione. “Le operazioni di ricerca e soccorso – fanno sapere dalla Guardia costiera - sono state condotte con successo anche grazie alle indicazioni fornite da alcune persone presenti in zona ed appartenenti alla locale marineria, che di fatto hanno permesso una più rapida individuazione della piccola. L’equipaggio del battello, provato ma entusiasta, ha fatto rientro a Maratea, mai come oggi conscio dell’antica massima 'chi salva una vita, salva il mondo intero'”. Sono intervenuti, oltre alla guardia costiera e alla guardia di finanza, anche i carabinieri e la polizia locale di Santa Maria del Cedro.



2.882 visualizzazioni0 commenti