top of page

Omicidio Rodrigues: a marzo in Cassazione; il comune parte civile

L'omicidio della giovane italo brasiliana avvenuto a Belvedere Marittimo a dicembre 2015 arriva in Cassazione



BELVEDERE – 15 feb. 22 - Il prossimo mese di marzo si svolgerà in Cassazione il processo contro l'imputato, condannato all'ergastolo, ritenuto responsabile dell'omicidio di Silvana Rodrigues De Matos. Nel mese di marzo del 2018, la Corte d’Assise di Cosenza ha condannato all’ergastolo Sergio Carrozzino, 50 anni, riconosciuto colpevole dell’efferato omicidio di Silvana Rodrigues, 32enne di origini brasiliane, trovata carbonizzata il 10 dicembre 2015 nella sua auto, in una strada nei pressi del cimitero di Belvedere Marittimo.


Il commissario straordinario del comune di Belvedere Marittimo, Regina Antonella Bardari, con i poteri della giunta comunale, ha deliberato per la costituzione dell'ente, quale parte civile, presso la Suprema Corte di Cassazione. “Stante la mancanza all'interno dell'ente – si legge nella delibera – del servizio di avvocatura, è necessario procedere all'individuazione di un professionista esterno, in possesso dei necessari requisiti di competenza e professionalità. Nell'atto si ricorda che a dicembre 2015, nel territorio comunale è stato perpetrato un efferato omicidio di una giovane donna.


“Quanto avvenuto – si legge – scuoteva molto la collettività belvederese per l'efferatezza con cui era stato perpetrato l'omicidio; l'episodio, per tali caratteristiche, veniva assurto agli “onori” della cronaca mediatica, sia della carta stampata che non, nazionale dando una immagine di Belvedere Marittimo assolutamente negativa”. Già negli anni precedenti, 2016 e 2017, il comune si è costituito parte civile nei precedenti gradi di giustizia. Contro la sentenza dello scorso 13 luglio 2020, della corte d'assise d'appello di Catanzaro è stato proposto ricorso in Cassazione. Secondo quanto ricostruito Silvana Rodrigues De Matos, brasiliana, ma da molti anni residente a Belvedere Marittimo, sposata con un uomo di Belvedere Marittimo, è stata trovata carbonizzata nella sua automobile, una Fiat Punto, in via Piane. L’esame autoptico aveva portato ad ipotizzare che la donna fu prima strangolata e poi data alle fiamme insieme all'auto.



コメント


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page