Diamante, incidente di Natale 2020: aperto un fascicolo per omicidio colposo

Nessun testimone, al momento, per l'incidente mortale del Natale 2020 in cui ha perso la vita Andrea Pisano, il 19enne di Castrolibero. C'è un fascicolo di indagine e si cercano elementi per chiarire la dinamica


DIAMANTE – 5 mag. 21 - Non c'è pace per la famiglia di Andrea Pisano, il giovane 19enne di Castrolibero deceduto in seguito ad un incidente stradale “autonomo” sulla strada Statale 18 tra Diamante e Belvedere e, pare, senza la presenza di alcun testimone. Si apprende, ora, che la procura di Paola ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti. E' stato anche nominato un perito per stabilire l'esatta dinamica dell'incidente che, a giudizio della famiglia, rappresenta alcuni lati oscuri. E' necessario, se qualcuno ha visto qualcosa in quel 25 dicembre, che si faccia vivo in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo, almeno per contribuire a mettere insieme i tasselli di un incidente stradale di cui si sa ben poco. Come è noto, il sinistro è avvenuto nel pomeriggio del 25 dicembre scorso, in pieno lockdown.



L'ultimo whatsapp alle 14.39 per avvisare la madre, guardia medica a Maierà, del suo arrivo. L'auto è stata notata successivamente in fondo alla Statale 18, nei pressi del depuratore di Diamante. Della vicenda si sta occupando la trasmissione “Chi l'ha visto?”. Come è stato ribadito anche nei mesi scorsi: non risultano sul telefono della giovane vittima messaggi o comunicazioni avvenuti in concomitanza con l'incidente. Il cellulare, recuperato integro, non aiuta a fare chiarezza. L'auto sarebbe uscita di strada nel tratto della Statale dove sorge il depuratore di Diamante. La Opel sarebbe entrata, forse dopo aver fatto un percorso anomalo nell'ultimo tratto della SS 18, in un tratto dove non c'è il guardrail e si è incanalata in un dirupo fino a scendere nell'area sottostante, capovolgendosi e provocando il decesso di Andrea Pisano. Secondo i familiari, qualsiasi particolare potrebbe essere importante, magari anche ritenuto irrilevante da qualche automobilista di passaggio. La madre, Monica Parise, ed il padre, entrambi medici, svolgevano servizio anche alla postazione di Guardia Medica di Maierà. Andrea Pisano ed il fratello erano rimasti nell'abitazione estiva di Belvedere Marittimo.



1.936 visualizzazioni0 commenti