Corigliano Rossano, un paziente positivo avrebbe sostato nel reparto di ortopedia: la denuncia

La denuncia arriva dal "Movimento per il territorio con Pasqualina Straface” di Corigliano Rossano


CORIGLIANO ROSSANO - 11 nov 20 - Ieri, presso l’ospedale “Nicola Giannattesio” di Corigliano Rossano, un paziente affetto da Covid 19 avrebbe sostato nel reparto di ortopedia, dove erano presenti altri degenti. E' quanto fa sapere il "Movimento per il territorio con Pasqualina Straface” di Corigliano Rossano. il gruppo politico, innanzitutto, augura ai degenti di non essere venuti a contatto con il virus, e ribadisce "l'assoluta necessità di isolare i pazienti affetti o potenzialmente affetti dal Covid 19 dal resto dei ricoverati. Nel linguaggio giuridico - scrivono i responsabili del movimento - la “colpa cosciente” è l’elemento soggettivo per il quale l’agente ha previsto un evento dannoso che si è, a causa sua, verificato, senza, però, che egli l’abbia voluto intenzionalmente.  Questo concetto viene utile per capire cosa è in grado di fare un comportamento non impeditivo di un evento dannoso. Non ci risparmieremo tempo e fatica - proseguono dal movimento per il territorio - nel rimarcare il nostro impegno attivo a favore della tutela del diritto alla salute dei cittadini e della professione medica, specie per quel che riguarda l’attuale stato di emergenza, per il quale abbiamo annunciato, giorni addietro, la presentazione di un esposto alla Procura della Repubblica, in cui abbiamo illustrato tutte le falle che, purtroppo, rendono difficile la gestione del trattamento di intervento per le persone contagiate dal Covid 19 nell’ottica di scongiurare il rischio di trasmissione. Un problema - conclude il "Movimento per il territorio con Pasqualina Straface” - di sicurezza, anche per quanto riguarda il discorso della tracciabilità della rete dei  potenziali contagiati, che molto spesso risulta difficile ricostruire”.