Consorzio bonifica: riunione alla Regione per i lavoratori dello Jonio

Presenti i sindacati, l'assessore Gallo, la consigliera regionale Straface, il presidente Blaiotta, il presidente Anbi, Leonetti



CORIGLIANO ROSSANO – 17 nov. 21 - Lo avevano preannunciato nei giorni scorsi, per cercare una soluzione positiva per i lavoratori del consorzio di bonifica con sede a Trebisacce, hanno mantenuto la parola. Un incontro richiesto e fortemente voluto dalla triplice sindacale e dalla consigliera regionale di Forza Italia, Pasqualina Straface. I lavoratori del Consorzio di bonifica Bacini Jonici, lo scorso 10 novembre, erano saliti sul tetto della centrale idroelettrica di Corigliano Rossano per manifestare tutto il disagio della categoria. Rivendicano quattro mensilità. L'incontro di ieri, ha avuto come obiettivo principale proprio la tematica relativa alle spettanze arretrate dei lavoratori e, naturalmente, anche le altre questioni poste in agenda che spesso non garantiscono la giusta serenità. «Si è trattato – ha spiegato Pasqualina Straface – di un primo, positivo incontro istituzionale utile per dare risposte ai lavoratori del Consorzio di Bonifica, i quali, ormai da mesi, si battono per rivendicare, in modo più che legittimo, i loro diritti e per avviare una seria e strutturale riforma dello stesso Consorzio». Alla riunione, oltre alla consigliera di Forza Italia, hanno partecipato l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo, Marsio Blaiotta presidente del Consorzio di Bonifica Ionio Cosentino, il presidente dell’Anbi Calabria (Associazione regionale Consorzi Gestione Tutela Territorio ed Acque Irrigue), Rocco Leonetti, ed i rappresentanti della triplice sindacale. L'assessore Gallo ha immediatamente accolto le richieste impegnandosi a risolvere le questioni più urgenti.


La riunione si è rivelata utile, in ogni caso, per discutere anche le questioni legate al comparto agricolo. «Primo risultato positivo – ha commentato la consigliera Pasqualina Straface – è costituito dal fatto che l’assessore Gallo si è immediatamente reso disponibile per fare effettuare, di concerto con i dirigenti del Dipartimento Agricoltura ed i tecnici del Consorzio di Bonifica, un’attenta verifica, entro e non oltre una settimana, circa i dati contabili, al fine di corrispondere in tempi celeri ai lavoratori le mensilità arretrate a fronte dell’attività fin qui svolta. Altro aspetto certamente proficuo è poi rappresentato dalla comune volontà di riorganizzare, all’insegna di una radicale riforma, lo stesso ente consortile, pianificando l’importante opera svolta al servizio dei territori e di quanti sono direttamente interessati al buon funzionamento dello stesso. Una riforma strutturale atta a venire incontro a quelle che sono le richieste avanzate dagli operatori del settore agricolo, i quali, a fronte di spese sempre correttamente sostenute, chiedono a giusta ragione il riconoscimento di servizi funzionali ed efficienti da parte del Consorzio, al fine di rendere maggiormente produttivo il comparto ed alleviare i disagi finora registrati, tale da invertire totalmente la rotta rispetto al passato. Un confronto serrato – ha detto in cocnlusione Straface - che è il solo preludio dei successivi altri e di quello che sarà un impegno costante che mi vedrà sempre presente nella direzione di soddisfare le esigenze dei lavoratori del Consorzio di Bonifica, di tutti gli agricoltori e della stessa Regione Calabria, attore istituzionale che mi onoro di rappresentare».



78 visualizzazioni0 commenti