top of page

Cetraro, "Reset": revocati gli arresti domiciliari a Francesco Occhiuzzi

Il presentatore televisivo, rimasto coinvolto nell'inchiesta convenzionalmente denominata “Reset”, è difeso dagli avvocati di fiducia Sabrina Mannarino e Carmine Curatolo



CETRARO – 1 mar. 23 - La suprema corte di Cassazione ha revocato gli arresti domiciliari al cetrarese Francesco Occhiuzzi, presentatore televisivo, rimasto coinvolto nell'inchiesta convenzionalmente denominata “Reset”. L'uomo è difeso dagli avvocati di fiducia Sabrina Mannarino e Carmine Curatolo. La sesta sezione penale della Corte di Cassazione ha deciso: “rilevato che con detto ricorso è stata impugnata l'ordinanza n. 1194/2022 emessa dal Tribunale della Libertà di Catanzaro in data 22 settembre 2022, con la quale veniva rigettato il ricorso di riesame nei confronti dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale di Catanzaro emesso il 2 agosto 2022, annulla senza rinvio l’ordinanza impugnata nonché il provvedimento emesso dal gip del tribunale di Catanzaro del 2 agosto 2022 e per l’effetto ordina la cessazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di Occhiuzzi Francesco Pompeo”.



«Sono ancora in una bolla e non me ne rendo conto». E’ il primo commento del conduttore tv Francesco Occhiuzzi dopo la sua liberazione dai sei mesi di arresti domiciliari.

«Da sempre la compressione della libertà dell’innocente è considerata la massima ingiustizia – afferma Occhiuzzi in una nota diffusa nelle scorse ore - ma in un sistema di custodia cautelare deficitario come quello italiano, la prognosi di colpevolezza rappresenta una anticipazione della sentenza di condanna, estremamente valorizzata dal tribunale mediatico. Anche se mi sento colpevole di essere italiano, questa volta la giustizia ha trionfato. Un potere pubblico irresponsabile rappresenta, spesso, un irrimediabile squilibrio democratico».

I legali di Occhiuzzi, Sabrina Mannarino, Vito Caldiero senior e Carmine Curatolo: «Esprimiamo grande soddisfazione per il provvedimento adottato dalla Corte Suprema di Cassazione, provvedimento ampiamente liberatorio che sin dalla lettura dell’ordinanza, emessa dal Tribunale della Libertà, auspicavamo ed avevamo previsto.



Va effettuata una profonda riflessione sull’attuale sistema di verifica delle misure cautelari in sede di riesame – sottolineano i legali - in quanto, come noto a noi operatori del diritto, spesso accade che i giudici del Tribunale del Riesame sono chiamati ad esprimersi in tempi assai stringenti su provvedimenti cautelari che non permettono una vera ed approfondita analisi della fattispecie sub-judice.

In altre parole, il rischio connesso alle maxi-operazioni è che i Giudici del riesame non abbiano il tempo e il modo per valutare approfonditamente la singola vicenda riguardante la libertà personale dell’indagato».

I legali precisano, inoltre, che «nel corso delle esecuzioni della misura cautelare, di comune accordo con il nostro amico Francesco Occhiuzzi, non abbiamo avanzato nessuna istanza di revoca e/o sostituzione della misura cautelare, nella piena convinzione che come anticipato, la Corte Suprema di Cassazione avrebbe posto la parole fine alla vicenda cautelare».



Occhiuzzi, tramite i suoi legali, aveva impugnato l’ordinanza emessa dal Tribunale della Libertà di Catanzaro, con la quale veniva rigettato il ricorso per il riesame dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale di Catanzaro.

Nella sentenza di ieri la Corte di Cassazione dispone "l’annullamento senza rinvio dell'ordinanza impugnata nonché il provvedimento emesso dal Gip del Tribunale di Catanzaro del 2 agosto 2022 e per l'effetto ordina la cessazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di Occhiuzzi Francesco Pompeo di cui dispone la immediata liberazione se non detenuto per altra causa”.




Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page