Belvedere, lettera al commissario: problemi da risolvere

Il gruppo di Belvederecambiaverso scrive al commissario prefettizio e segnala una serie di problematiche da risolvere


BELVEDERE – 1 set. 21 - Una lettera al commissario prefettizio, Regina Antonella Bardari da parte del gruppo “Belvederecambiaverso”. Nel documento, la segnalazione di questioni che secondo il gruppo politico rivestirebbero carattere prioritario con una soluzione relativamente semplice. Il timore di nuovi eventi legati alla pandemia richiederebbe, secondo Belvederecambiaverso, l’attivazione del centro operativo comunale: “per monitorare le criticità e le emergenze”; ma il centro Com a giudizio di Belvederecambiaverso sarebbe importante anche per gli eventi calamitosi del territorio “che le piogge autunnali potrebbero provocare, a seguito degli incendi estivi. Necessario sarebbe promuoverne la presenza e la conoscenza dei riferimenti, anche telefonici, nell’ambito comunale. Per evitare che le piogge si rivelino particolarmente dannose per la viabilità comunale, bisogna, con urgenza, procedere alla rimozione dalle cunette e dai tombini dei residui vegetali che si sono accumulati a seguito dei recenti lavori di decespugliazione”.



Altra questione, a dire il vero lamentata anche nei mesi precedenti da diversi cittadini, è la situazione della pubblica illuminazione. “È da anni – scrive il gruppo politico locale - che è stata bandita la gara di appalto per la manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione, ma per carenza di documentazione della ditta aggiudicataria il servizio non è mai iniziato. Per far fronte all'urgenza rappresentata dalla sostituzione di lampade non funzionanti, l'ufficio tecnico ha richiesto alcuni preventivi, brevi manu, ma non è stato ancora affidato il relativo incarico”. Altra questione è quella relativa alla qualità del mare: “Pensiamo – si legge nella lettera al commissario - che ripristinare il funzionamento del secondo impianto di depurazione e attivare la condotta sottomarina debbano essere il suo obiettivo prioritario. La qualità dell'offerta turistica deve essere migliorata non solo con riferimento alla balneazione, ma anche valorizzando le molteplici risorse di cui il territorio dispone, in particolare i beni culturali e artistici. Sarebbe opportuno dare continuità al progetto di recupero delle aree di interesse archeologico che l’Amministrazione comunale, su proposta di Belvederecambiaverso, aveva già avviato. Poiché la fase commissariale si protrarrà quasi certamente fino alla prossima primavera, auspichiamo che possa avviare un confronto sull’approvazione del piano strutturale comunale, silente in modo inspiegabile. Di certo, la sua gestione – conclude - sarà arricchita da iniziative culturali importanti, che da sempre hanno contraddistinto il nostro paese”.




104 visualizzazioni0 commenti