top of page

Alta velocità: Perrotta e Alfano intervengono sulla tratta tirrenica

Alta velocità: Perrotta e Alfano intervengono sulla tratta tirrenica: è necessario coinvolgere i sindaci dei comuni della riviera


Alta velocità: Perrotta e Alfano intervengono sulla tratta tirrenica: è necessario coinvolgere i sindaci dei comuni della riviera


SCALEA – 16 dic. 23 - “Sospendere il dibattito pubblico sull’alta velocità ferroviaria Salerno-Reggio Calabria sarebbe stata una scelta di buon senso per l’amministrazione comunale di Scalea”, Perrotta e Alfano intervengono sulla tratta tirrenica: è necessario coinvolgere i sindaci dei comuni della riviera. Il sindaco di Scalea, Giacomo Perrotta, ha partecipato all'incontro sull'alta velocità organizzato a Praia a Mare, quello riservato alle amministrazione pubbliche interessate dal passaggio dei sub lotti 1B e 1 C. Ha ribadito una richiesta già fatta nei giorni scorsi. La questione nasce dal fatto che, al momento, sembra non esserci un'idea chiara sul lotto calabrese. Bisogna capire se l'alta velocità prenderà la via del Parco del Pollino, generando problemi alle località turistiche del Tirreno con il ben noto prolungamento della tratta, oppure se resterà in piedi l'idea di utilizzare una tratta tirrenica e di creare delle bretelle veloci dall'entroterra e dalla fascia ionica.

“Servono rassicurazioni chiare circa il prosieguo dell'opera, oltre che sul futuro della linea storica”, ha puntualizzato il sindaco Perrotta. Al momento il fulcro della riviera e di buona parte dei paesi dell'entroterra è proprio Scalea ed i numeri sembra stiano dando ragione a chi ha già deciso di far fermare i principali treni alla stazione di Scalea-Santa Domenica Talao, che come è noto è stata anche rinnovata. “Un errore – afferma Perrotta - non invitare al dibattito i primi cittadini delle altre località dell’alto Tirreno, sebbene al momento non siano interessati dal passaggio dell’infrastruttura; gli effetti della nuova opera ricadranno anche su quei territori”. Dagli interventi dei primi cittadini dei territorio del lagonegrese è emersa una visione legata solo a quell'area che comunque tenderà a affluire presso la stazione di Buonabitacolo. I tecnici di RFI hanno rimarcato la volontà di non abbandonare la linea storica”.

“Noi – ha aggiunto Perrotta – desideriamo che tutto il territorio, così come è stato per altri grandi temi, sia unito nell'affrontare le problematiche e le sfide del futuro. Scalea rappresenta un punto strategico per la viabilità di un intero territorio, oggi non coinvolto nel dibattito. Ci auguriamo che la linea tracciata possa avere un seguito nelle scelte anche considerando le conseguenze paventate per alcuni comuni, oggetto di potenziali espropri e di rischi per zone archeologiche di grande pregio. Confermo di aver dichiarato che non possiamo essere contrari all’Alta velocità, per alcuna ragione al mondo e che se Rfi ci assicura la raggiungibilità della stazione ferroviaria di Praia a Mare, qualora fosse di alta velocità pura, non avremmo alcun problema, ma il giudizio dell'amministrazione comunale rispetto all'impostazione del dibattito, all'estromissione dei comuni a sud di Praia a Mare dal dibattito e, soprattutto le incertezze sul prosieguo permangono e destano preoccupazione. Ho chiesto e ribadisco che si debba dare il giusto risalto alla linea storica, ma allo stesso rivendico con forza e convinzione la centralità di Scalea per tutto l'alto Tirreno cosentino. Una fermata a Scalea sarebbe utile ai comuni costieri e a quelli montani fino a Bonifati".


Alta velocità: Perrotta e Alfano intervengono sulla tratta tirrenica: è necessario coinvolgere i sindaci dei comuni della riviera

L'INTERVENTO DELLA VICESINDACA ALFANO

SCALEA – Al dibattito pubblico è intervenuta anche la vicesindaca di Scalea, Annalisa Alfano, in qualità di segretaria provinciale di Cosenza di Italia del Meridione ma anche per la carica rappresentata nell'esecutivo di Scalea. “L'alta velocità – ha ribadito Annalisa Alfano - è una questione molto delicata e importante per la Calabria e le regioni del Sud, che da troppo tempo stanno attendendo le giuste e dovute infrastrutture per superare, finalmente, il divario territoriale e raggiungere i livelli delle altre regioni d'Italia e dell'Europa. Il coinvolgimento dei territori e delle istituzioni che li rappresentano è fondamentale nella fase progettuale di infrastrutture così importanti che vanno a disegnare il futuro e le aspettative di vita di coloro che li vivono.

Che i buoni propositi ascoltati non rimangano tali e che, finalmente, vengano realizzate le opere prospettate.Non è passata inosservata l'assenza di riferimenti del Governo Regionale in un dibattito così importante. Superata definitivamente la tratta Praia - Tarsia, per la non fattibilità del progetto, è necessario investire celermente sulla rete tirrenica, salvaguardando i luoghi interessati e prediligendo percorsi concretamente realizzabili nel più breve tempo possibile e funzionali rispetto alle reali esigenze dei territori. Si è perso già abbastanza tempo prezioso. È il momento di agire presto e, soprattutto, nel modo giusto.

Da più parti è stata evidenziata la centralità della Stazione di Scalea che, deve necessariamente, continuare ad essere un punto di riferimento per l'intera Riviera dei cedri, non per una mera questione campanilistica, ma per una evidente ed inconfutabile concentrazione di presenze durante tutto l'anno e di collegamento baricentrico con le aree interne.

Avere infrastrutture adeguate è un diritto che spetta ad ogni cittadino ed è assurdo che nel 2023 i calabresi debbano discutere - ancora - su eventuali progetti senza certezze economiche e reali tempistiche. Italia del Meridione continuerà a tenere alta l'attenzione sulla questione dell'Alta Velocità al Sud e non farà sconti a nessuno qualora dovessero persistere ritardi e mancanze di certezze”.


Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page