top of page

Verbicaro, incarico al legale dopo il sequestro dell'isola ecologica

Verbicaro, la Giunta comunale del sindaco Silvestri ha conferito incarico al legale per ottenere il dissequestro dell'isola ecologica di località Jardino

VERBICARO – 6 lug. 21 - Era stata sequestrata circa tre mesi fa. L'amministrazione comunale di Verbicaro, adesso, ha affidato l'incarico ad un proprio legale di fiducia per ottenere il dissequestro. Si tratta dell'isola ecologica di località Jardino. L'avvocato Pietro Juliano è stato chiamato dalla giunta comunale dell'amministrazione del sindaco Francesco Silvestri per risolvere la vertenza. La vicenda trae origine da un incendio. Lo scorso 1 aprile, i carabinieri della forestale, stazione di Orsomarso, avevano prodotto un esposto relativo all'incendio avvenuto il 31 marzo all'interno dell'isola ecologica di località Jardino.



Sul posto, i militari avevano rilevato la presenza di container per la raccolta rifiuti e due grossi cumuli di materiale depositato su una piazzola in calcestruzzo. La vicenda era finita n elle mani della magistratura. E l'11 aprile, il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Paola, Maria Grazia Elia, aveva emesso un'ordinanza di convalida del sequestro preventivo. Gli atti giudiziari, nei giorni seguenti, sono stati notificati nelle mani dell'architetto Luigi Lucia, quale responsabile del servizio di gestione della raccolta dei rifiuti nel comune di Verbicaro. La giunta del comune di Verbicaro, è ora interessata ad ottenere nuovamente la disponibilità dell'area utilizzata per lo stoccaggio dei rifiuti. Il reato contestato è: gestione illecita di rifiuti, ed è emerso durante il controllo che ha accertato la presenza, all’interno del sito, di due grossi cumuli di rifiuti costituiti da ingombranti, parti di mobili, materassi, pneumatici fuori uso, pezzi di carrozzeria di autovetture, materiale plastico vario e rifiuti elettrici ed elettronici, oltre a carta e cartone parzialmente combusto. I rifiuti non erano depositati all’interno dei contenitori a tenuta stagna con cartellonistica e divisione per tipologie, così come previsto dalla normativa, ma erano miscelati tra loro e depositati su una area che, come riscontrato da progetto, doveva essere adibita a solo piazzale.



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page