top of page

S. Nicola Arcella, villa comunale a pagamento: opposizione alla delibera

Il gruppo di minoranza chiede la revoca della delibera di Consiglio che prevede il pagamento per l'utilizzo del belvedere di San Nicola Arcella



SAN NICOLA ARCELLA – 18 feb. 22 - Una delibera del consiglio per disciplinare l'uso degli spazi del belvedere “La villa” nel comune di San Nicola Arcella. “Ci sono numerose richieste – si legge - per l’uso del belvedere e pertanto è necessario disciplinare le concessioni. Sono previsti vari usi, alcuni a pagamento, altri gratuiti. E' escluso il mese di agosto. La motivazione del regolamento è il recupero delle spese, oltre che la valorizzazione del luogo. Il comune affronta spese, sia per la pulizia che per lo straordinario dei dipendenti dell’anagrafe e stato civile, che devono presenziare anche di sabato alle cerimonie. E’ giusto che il belvedere diventi un posto ancora più esclusivo”. Immediata la reazione del gruppo di opposizione formato dai consiglieri Donadio, Osso e Lagatta che hanno inviato un formale atto di “Richiesta di revoca in autotutela della deliberazione del consiglio del 10 febbraio”, dopo aver votato negativamente durante la seduta.


“Appare davvero “anomalo” - si legge nel documento dell'opposizione - che un bene il cui utilizzo è già disciplinato da un apposito regolamento comunale, il quale trova comunque fondamento nella legislazione quadro dello Stato, venga gravato da un ulteriore e specifico disciplinare, quasi come a considerare o rendere quell'area una “zona speciale” rispetto alle altre e, quindi, da trattarsi come se non rientrasse più fra i beni patrimoniali indisponibili del Comune, tanto da prevedere per il suo utilizzo un esborso in termini economici sensibilmente superiore rispetto a quanto previsto dalle tariffe in vigore. Inoltre, è bene ricordare, come la ratio della istituzione della Tosap e la previsione del relativo tariffario comunale da parte del legislatore, trova fondamento nel godimento di un bene patrimoniale pubblico sempre a titolo provvisorio e con il pagamento di un tributo comunque calmierato in modo che il bene possa essere “goduto” dalla maggioranza dei richiedenti. In conclusione, mentre l'utilizzo di altre piazze, zone panoramiche o aree per eventi continueranno ad essere disciplinate dal Regolamento Tosap e dal relativo tariffario, invece l'uso degli spazi del belvedere “La Villa” potrà essere concesso al costo di 300 euro in contrasto al medesimo regolamento Tosap in vigore che già disciplina la materia e la previsione delle casistiche”.



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page