top of page

Scalea, Tari: l'integrazione richiesta va restituita

La delibera della Giunta di Scalea sull'integrazione versata dai cittadini per la Tari. Le cifre vanno restituite

SCALEA – 29 lug. 21 - La richiesta di integrazione della Tari potrebbe essere soggetta a restituzione delle somme pagate dai cittadini. La delibera di Giunta fa marcia indietro, rispetto al passato. Nella delibera, scritta in pieno “burocratichese”, si prende atto della determinazione del 26 maggio scorso del settore entrate, relativa alla gestione dei ruoli Tari 2020, ai fini del conto consuntivo dello stesso anno. Vengono resi noti i “provvedimenti conseguenti in rideterminazione delle tariffe Tari 2020”. La Giunta del sindaco Giacomo Perrotta, quindi, propone: “Di prendere atto della determinazione del settore entrate n. 340/2021 che attesta in sede di riaccertamento dei residui a consuntivo che i costi del servizio Tari sono pari a 4.755.281,67 euro e di approvare la lista di carico tari 2020 con le tariffe 2019 pari a euro 4.755.132,67”. Quindi, si prende atto che: “Le tariffe tari relative all'annualità 2020 risultano, nella misura, pari a quelle 2019, sulla scorta dell’intervenuto ricalcolo dei costi del servizio con determina n. 340/2021 del settore entrate”.



A questo punto, la palla passa al competente Ufficio tributi che dovrà occuparsi della “regolazione delle singole posizioni degli utenti che hanno pagato il saldo 2020”. Quindi i cittadini che hanno pagato l'integrazione sulla tari dovrebbero ottenere la restituzione delle somme, eventualmente, pagate. Durante la predisposizione del bilancio 2020 con delibera commissariale del 16 settembre 2020 l'Ente aveva quantificato il costo del servizio nella misura di 5.490.741, 33 euro; il 26 maggio 2020 sono state confermate le tariffe Tari del 2019 con la riserva di “integrazione a copertura del costo preventivato”.



L'amministrazione, il 25 novembre 2020, ha poi disposto l'adeguamento delle tariffe 2020 a copertura delle previsioni di bilancio. In sede di riaccertamento dei residui Tari, si è preso alto di economie di spesa per i costi preventivali del servizio per il settore manutentivo pari a 236.282.69 euro; e con lo stesso provvedimento “il responsabile vicario attesta che a consuntivo i costi afferenti al settore entrate sono inferiori essendosi verificate delle economie, con conseguente fissazione del quadro dei costi Tari ad euro 4.755.281.67”. Il primo commento dell'opposizione: “Avevamo ragione e avremo ragione anche sull'acqua”.



Comentarios


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page