• Scalea

Scalea, segnalato un ordigno bellico nei fondali dell'Ajnella

La Guardia costiera emana un'ordinanza fino alla rimozione. Divieti a cento metri dal "presunto" ordigno bellico



SCALEA – 27 lug. 22 – Un ordigno bellico nei fondali dell'Ajnella. La guardia costiera interdice navigazione, sosta e pesca nel raggio di 100 metri, fino alla bonifica dell'area. La segnalazione, risale a ieri, e la Capitaneria di porto di Maratea, con il comandante Michele Lenti, nell'ordinanza scrive della presenza “di un presunto ordigno bellico in località Ajnella, comune di Scalea, in posizione Lat. 39°49’.136 N e Long. 015°46’.978 E, nello specchio acqueo antistante il comune di Scalea, ad una profondità di circa 1,5 metri”.



L'ordinanza si rende necessaria per “adottare urgenti misure di salvaguardia della pubblica incolumità e della sicurezza della navigazione” e per “permettere il regolare svolgimento delle operazioni necessarie alla bonifica dell’ordigno da parte del nucleo Sdai della Marina Militare”. Pertanto si ordina “Con decorrenza immediata e fino al termine delle operazioni di bonifica” l'interdizione, “per un raggio di circa mt. 100” della navigazione, sosta, pesca e mestieri affini, nonché balneazione, attività diportistica in genere ed ogni altra attività subacquea. “I contravventori alla presente Ordinanza, salvo che il fatto non costituisca altro e/o più grave reato, saranno puniti a termini di legge e ritenuti responsabili civilmente e/o penalmente dei danni arrecati alle persone e cose derivanti dal loro illecito operato”.



1.608 visualizzazioni0 commenti