top of page

Scalea, "Re nudo”: fissate in Cassazione le discussioni per Mandato e Coccimiglio

Approda in Cassazione la posizione di alcuni indagati nell'operazione denominata "Re Nudo”


SCALEA – 26 mar. 21 - “Re nudo”. Le posizioni di alcuni indagati approdano in Cassazione. La Sesta Sezione Penale della Suprema Corte di Cassazione, ha fissato le prime udienze di discussione per il processo cosiddetto “Re Nudo”. Il prossimo 7 aprile verrà valutata la posizione di Giuseppe Mandato, 36 anni, di Scalea, difeso dall’avvocato Luigi Crusco e, attualmente, sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Per il 28 aprile è fissata la discussione per Antonia Coccimiglio, 69 anni, difesa dagli avvocati Francesco Liserre e Amedeo Valente, sottoposta alla misura degli arresti domiciliari a seguito del provvedimento del Tribunale del Riesame che ne aveva disposto la scarcerazione.



Secondo l'ipotesi di accusa, che dovrà trovare i dovuti riscontri, si contesta di “aver costituito un vincolo tendenzialmente permanente intorno al programma di perfezionare una serie indeterminata di reati di falsità ideologica e materiale, nella redazione dei provvedimenti di riconoscimento dell'invalidità civile o dell'handicap, truffa aggravata nella percezione di erogazioni publiche ai danni dell'Inps, concussione, corruzione e induzione indebita a dare o promettere utilità e reati ad essi collegati, per finalità egoistiche, di natura politico-clientelare o di indebito arricchimento”.



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram miocomune

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page