Scalea, "Hotel Frangivento": materassi nell'area verde

Rifiuti lungo la pista ciclabile: materassi, ma anche tanta plastica, water, sanitari, frigoriferi tutti nell'area verde Frangivento




SCALEA – 13 ott. 21 - L'area, ben nota ai cittadini di Scalea, come “Frangivento”, oggetto di attenzione della magistratura, negli anni passati, con l'operazione Plinius, è abbandonata a se stessa. La presenza di due materassi all'aria aperta, proprio di fronte alla casa comunale, genera battute ironiche in chi prevede l'apertura di un “Hotel frangivento”. Certo, non è così. Ma quei materassi, con svolazzanti lenzuola, sono lì presenti da mesi, forse utilizzati da chi nel periodo estivo frequenta quella zona. C'è chi aveva proposto una semplice revisione di quell'area con passeggiate fra gli alberi e la vegetazione, ovviamente curati, qualche fontanella e niente cemento. Ma per l'area Frangivento, come è noto, l'amministrazione comunale aveva previsto la realizzazione di un “Ecoparco sportivo del mare”, con opere infrastrutturali da realizzare, che però non è entrato nella graduatoria utile ad ottenere il finanziamento. Il sindaco Perrotta, recentemente ha giustificato il mancato ingresso nella graduatoria utile, perchè il progetto è stato avviato in coincidenza con l'insediamento dell'amministrazione comunale. C'è l'obiettivo, quindi, di riproporlo.



L'intera zona, frequentata da turisti e residenti, per la presenza della pista pedonale e ciclabile risulta comunque poco curata. All'interno, fra la vegetazione, sempre spontanea, una grande presenza di materiali di ogni genere e di plastica. Ma nei pressi di due alberghi anche vecchi frigoriferi fra la vegetazione, una lavatrice, e persino un water. Lungo la passeggiata solo due cestini integri per la raccolta delle carte. Altri due, consumati dal passaggio inesorabile del tempo.