Scalea, acqua a Piano Grande: protesta rientrata. Il commissario ha promesso un suo intervento

I residenti della contrada di Scalea avevano occupato il comune per protesta. Sette giorni senz'acqua sono troppi per poter resistere. Nella tarda mattinata il commissario ha promesso che verranno presi provvedimenti per garantire il ritorno dell'acqua e l'occupazione è stata sospesa, con la promessa che, nel caso, verrà riattivata

SCALEA – 19 ago. 20 – Ore. 13.00 - I manifestanti danno fiducia al commissario Francesco Massidda e smobilitano l'occupazione della sede comunale. Il commissario ha assicurato che verranno effettuate delle chiusure notturne per dare la possibilità ai serbatoi di riempirsi e quindi di poter garantire l'acqua anche nelle aree come Piano Grande dove la situazione è più difficile a causa dell'altezza rispetto ai serbatoi. Il commissario Massidda ha fatto sapere di essere a conoscenza del problema di Piano Grande che era stato risolto con provvedimenti di chiusura notturna. Negli ultimi giorni grazie ad un incremento di fornitura da parte di Sorical si era riusciti ad evitare anche le “chiusure notturne”. Evidentemente, la quantità d'acqua erogata in questi giorni non basta a far riempire i serbatoi e, quindi, il commissario Massidda ha confermato che si riprenderà con i provvedimenti iniziali. Tale spiegazione è bastata a far rientrare la protesta dei residenti di Piano Grande che hanno confermato lo stop momentaneo dell'occupazione. «Siamo pronti – hanno però avvertito – a ritornare, numerosi se il problema si ripresenterà già da dai prossimi giorni». I manifestanti hanno voluto sottolineare che da ben sette giorni, interi manca l'acqua. «Siamo famiglie con bambini. Abbiamo avvisato i vigili, i carabinieri, i vigili del fuoco ma nessuno si è mosso per risolvere il problema. Se la situazione non verrà risolta, noi torneremo perché l'acqua è un nostro diritto, soprattutto in una situazione di emergenza. Abbiamo dato fiducia al commissario, siamo stanchi delle prese in giro».


Scalea, Gli striscioni vengono tolti

LA NOTIZIA DELL'AVVIO DELLA PROTESTA

SCALEA – 19 ago. 20 – E' in atto una forte protesta al comune di Scalea. La mancanza d'acqua nella zona alta di Piano Grande ha provocato una reazione forte dei residenti che hanno posto una serie di striscioni con frasi esplicite all'ingresso della casa comunale che, a quanto pare risulterebbe occupata. “Il comune riaprirà quando avremo l'acqua a Piano Grande” si legge in uno degli striscioni. La vicenda è già nota. Intere famiglie spesso con problemi di acqua potabile. Una settimana intera di mancanza del prezioso liquido ha fatto esplodere la protesta che dovrà comunque avere un esito. Si riuscirà a trovare una mediazione?



Quel che è certo è che i cittadini di quella zona vogliono risposte e l'unica risposta, al momento, sembra essere quella di far scorrere l'acqua nelle tubazioni e comunque di prendere in considerazione i cittadini di quella zona a monte di Scalea.

1,038 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com
Iscriviti alle Newsletter

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)