top of page

Poliambulatorio Scalea, lavori avviati alla struttura

La soddisfazione del comitato dei cittadini firmatari dell'originaria petizione contro la chiusura del poliambulatorio



SCALEA – 29 apr. 22 - Circolano buone notizie sui lavori di messa in sicurezza nella struttura del cosiddetto poliambulatorio di località Petrosa a Scalea, meglio conosciuto come “l'ospedale” che tale non è mai stato. I lavori di messa in sicurezza nella struttura che, lo ricordiamo è di proprietà dell'Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, si sono resi necessari in seguito ad una serie di atti di qualche anno fa. L'inottemperanza avrebbe potuto provocare, ed il rischio c'è stato nei mesi scorsi, la chiusura temporanea di alcune attività ed il trasferimento in altre sedi. Una situazione che dava l'idea di una dismissione della struttura. Adesso, con l'avvio dei lavori, c'è un cauto ottimismo. A comunicarlo, in particolare, è Giuseppe Antonio Torrano che fa parte di un comitato di cittadini formatosi spontaneamente proprio nel periodo in cui si subodorava il trasferimento persino in altri centri del Tirreno delle specialità da sempre presenti in località Petrosa. “I lavori al poliambulatorio di Scalea sono iniziati – conferma il rappresentante del comitato -. Si sta provvedendo a rimuovere la copertura esistente, come conferma l'ingegnere Abate, responsabile dell'ufficio tecnico dell'Asp di Cosenza”.



I ringraziamenti del comitato vanno anche al commissario straordinario dell'Asp di Cosenza, Vincenzo La Regina, e allo stesso ingegnere Gianfranco Abate. “Gli unici a cui dobbiamo essere grati – scrivono dal comitato - per il risultato per cui abbiamo lottato ormai da un anno e mezzo. Grazie ai componenti del comitato “Pro ambulatorio” di Scalea per essermi stati vicino e ai 2263 cittadini del nostro territorio che hanno avuto fiducia in noi e hanno sottoscritto la petizione”. Per Torrano si tratta di una “vittoria dal basso” dei cittadini, di quanti hanno sottoscritto la petizione, di chi ha formato il comitato.

A luglio dello scorso anno, si è passati all'aggiudicazione definitiva dei lavori “urgenti” nella sede del poliambulatorio di Scalea. Il commissario straordinario, Vincenzo Carlo La Regina, in quella data aveva adottato la deliberazione, assistito dal direttore sanitario Dott. Martino Maria Rizzo e dal direttore amministrativo, avvocato Maurizio Nunzio Cesare Friolo. La gara per i lavori è stata affidata alla ditta Edil Service di Annunziato Terranova con sede a San Giorgio Albanese che ha offerto il prezzo più basso pari ad 303.205,50 euro oltre Iva e oneri della sicurezza non soggetti a ribasso.



Il direttore dei lavori e responsabile unico del procedimento è stato nominato l’Ing. Antonio Capristo. Come è noto, la questione nasce dal sopralluogo effettuato dai tecnici del comando provinciale dei vigili del fuoco di Cosenza e dell’ispettorato nazionale del lavoro avvenuto il 14 ottobre del 2020. Era stata rilevata una violazione in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro ed in materia di prevenzione incendi.

Una serie di proroghe sugli adempimenti alle prescrizioni hanno allungato i tempi di alcuni mesi, ma adesso, pare che la situazione si sia normalizzata e i lavori dovrebbero procedere secondo la tabella di marcia per rendere funzionale la struttura che accoglie numerosi cittadini, non soltanto da Scalea, ma anche dai numerosi paesi dell'area dell'alto Tirreno cosentino.



Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page