Ladri in azione al Santuario di Praia a Mare. Il messaggio del parroco Raimondi

Rubati oggetti di poco valore. La condanna della popolazione a poche ore dalla festa della Madonna della Grotta



PRAIA A MARE – 14 ago. 22 - A pochi giorni dai festeggiamenti della Madonna della Grotta di Praia a Mare, ignoti malviventi, portano a termine un furto che, per fortuna, non centra gli obiettivi e si limita a pochi oggetti. Gli ignoti, sono entrati nel sito del Santuario della Madonna delle Grotta ed hanno forzato l'ingresso del negozio. All'interno hanno portato via una piccola somma, meno di cento euro, lasciata in cassa per poter dare eventualmente il resto. I malviventi, sono entrati successivamente nella casa canonica e hanno asportato alcuni oggetti in oro di poco valore. I ladri non hanno portato via latri oggetti che adornano la statua della Patrona di Praia a Mare. Quanto accaduto, è stato denunciato ai carabinieri della locale stazione dal rettore del Santuario, il parroco di Santa Maria della Grotta, don Paolo Raimondi. Quanto accaduto, però, ha generato forte indignazione fra la popolazione che si prepara a trascorre la festa patronale dedicata proprio alla Madonna della Grotta.



IL POST DI DON PAOLO RAIMONDI

In merito a quanto accaduto nelle scorse ore nel nostro amato Santuario, avendo già provveduto a sporgere formale denuncia al comando dei carabinieri, che ringrazio per il tempestivo ed efficace sopralluogo, condannando fermamente il gesto compiuto che ha sottratto gli ori votivi della Patrona della città e poche decine di euro, assicuro che non sono stati asportati gli oggetti di valore (corone et alia).

Sebbene il sottoscritto, abiti la casa in queste settimane, solo ieri sera, era fuori dall'abitazione del Santuario essendosi fermato nella canonica della parrocchia, suppongo che gli autori del furto, siano stati molto bravi nell'accorgersi dell'assenza, benché l'auto, fosse more solito, ai piedi del Santuario.

Al di là del gesto, deprecabile, come anche la continua manomissione di catenacci dei bussolotti delle offerte, confido nel lavoro delle autorità competenti.



Guardo al futuro, con maggiore zelo, per cui, il gesto, spero, dica a me e alla città, la maggiore attenzione al Santuario, meta notturna di gruppetti, che creano disordine e sporcizia.

A costo di indebitarmi personalmente, terminato il periodo estivo, mi adopererò con le competenti autorità a delimitare la zona e la proprietà del Santuario, oltre ad installare un sistema di videosorveglianza. Il nostro è un monumento naturale oltre che un luogo sacro, e come tutti i monumenti avrà l'attenzione che merita. Ora viviamo i nostri giorni di festa, con serenità ed entusiasmo. Agli autori di questo atto, arrivi il mio perdono con le parole della Bibbia: "E' piacevole (all'uomo) il pane procurato con frode, ma poi la sua bocca sarà piena di granelli di sabbia".




554 visualizzazioni0 commenti