L'alto Tirreno preferisce Fratelli d'Italia, nonostante i due candidati locali

La conferma della tendenza a centrodestra dell'alto Tirreno cosentino, ma, questa volta, verso Fratelli d'Italia



SCALEA – 27 set. 22 - I risultati delle elezioni politiche forniscono una serie di indicazioni e conferme per l’alto Tirreno cosentino. La conferma è la particolare tendenza a centro destra dei comuni più grandi della fascia costiera, accentuata dal successo nazionale di Fratelli d’Italia. C’è anche la conferma che il territorio è debole e difficilmente riesce ad esprimere rappresentanti in Parlamento.

I candidati locali non sono andati oltre i numeri di una tornata per le amministrative; anzi, nel caso di Ernesto Magorno, a Diamante, il risultato sembra lanciare segnali ben precisi anche nell’ambito locale. Nella stessa Diamante, infatti, alla Camera il cosiddetto Terzo polo ha raccolto 429 voti, praticamente doppiato dalla coalizione di centrodestra, con 840 voti. E, sempre a Diamante, anche il movimento Cinque Stelle si è collocato al secondo posto con 533 voti. Anche al Senato, il copione si ripete e al ribasso per il terzo polo: 883 voti per il centrodestra, 577 per i Cinque stelle, 233 per il centrosinistra e 221 per il gruppo di Azione. Unione popolare, con il candidato locale Ugo Vetere, raccoglie soli 170 voti. A Santa Maria del Cedro, comune in cui Ugo Vetere era candidato al Senato ed è sindaco, Unione popolare è il primo partito con 978 voti, ma anche il centrodestra raccoglie 649 voti e Cinque stelle 437.



Non un plebiscito, dunque per il sindaco “candidato”, ma una buona affermazione da “amministrative”. Tant’è che alla Camera la situazione torna ai livelli registrati in Calabria con il centrodestra in testa con 816 voti, seguito dai Cinque stelle e solo al terzo posto Unione Popolare. Anche a Scalea, al Senato, la scena si ripete favore del centrodestra, benché Ugo Vetere avesse buoni appoggi. Fratelli d’Italia è attualmente il primo partito a Scalea e supera anche la stessa Forza Italia che nel centro tirrenico ha sempre riscontrato risultati vincenti. Va bene anche il movimento Cinque Stelle, al secondo posto, poi il centrosinistra e, a una manciata di voti, Unione Popolare con Ugo Vetere.

Più o meno, stessa situazione anche alla Camera dove il primo partito è Fratelli d’Italia che raccoglie addirittura il doppio dei voti rispetto a Forza Italia.

Risultato fotocopia anche a Praia a Mare, città in cui il sindaco De Lorenzo è componente del gruppo Fratelli d’Italia.



FRATELLI D'ITALIA AUMENTA I CONSENSI

Per Fratelli d’Italia, da Santa Maria del Cedro, è intervenuta Rosa Pignataro, componente dell’assemblea nazionale del partito di Giorgia Meloni e commissario del circolo di Scalea. Ha voluto ringraziare tutti i cittadini che hanno decretato lo “storico risultato”. Un ringraziamento particolare al coordinatore provinciale, Angelo Brutto, ed ai riferimenti cittadini: Vincenzo Spinelli e Carmine Stumbo di Belvedere Marittimo, Luca Casabella di Santa Maria del Cedro, Raffaele D’Anna ed Eugenio Orrico di Scalea, Rocco Grosso di San Nicola Arcella, Giuseppe La Greca, Danilo Salemme e Roberto Valente di Santa Domenica Talao, Antonino De Lorenzo di Praia a Mare e Biagio Praino di Tortora, “per il grande lavoro svolto in questa entusiasmante campagna elettorale”. “Coerenza, passione per il territorio e vicinanza alla gente hanno permesso a FdI di affermarsi come primo partito della coalizione di Centrodestra anche sull’Alto Tirreno cosentino.Ora, la pattuglia di parlamentari eletti nelle fila di FdI sarà finalmente molto folta”.