Diamante, porto: a Cauteruccio la delega conferita dal sindaco

Aggiornato il: nov 7

Il consigliere Cauteruccio: «Ci battiamo e programmiamo un porto finalmente pubblico che finalmente sia percepito come proprietà collettiva di tutti gli imprenditori di Diamante, dei cittadini di Diamante, dei turisti e dell'intero territorio»


DIAMANTE – 30 ott. 20 - Il sindaco di Diamante, Ernesto Magorno, nei giorni scorsi ha ufficialmente affidato la delega sulla “questione porto” al consigliere Antonio Cauteruccio. Una patata che di tanto in tanto diventa bollente per poi tornare a raffreddarsi. La struttura portuale, al momento può essere considerata una delle cosiddette “cattedrali nel deserto”. Si tratta di un argomento spinoso che il consigliere Cauteruccio dovrà cercare di ripulire per arrivare all'obiettivo finale, che è sempre lo stesso: la realizzazione di un approdo turistico che possa contribuire a rendere ancora più appetibile l'offerta turistica della “perla del Tirreno” e che possa anche offrire un servizio a quanti vivono ed operano nel settore della pesca. Probabilmente, il sindaco Magorno, che ben conosce tutto ciò che ruota da anni attorno al porto, avrà individuato una propria strategia che contiene anche l'affidamento del settore al consigliere Cauteruccio che invece, fino a qualche anno fa, ha vissuto la vicenda dalla parte dell'opposizione. Il consigliere Cauteruccio ha diffuso una nota nella quale si legge: “Ringrazio pubblicamente, sentitamente e sinceramente il sindaco Magorno che due giorni fa, concedendomi ulteriore, rilevante e ufficiale attestazione di fiducia, ha voluto conferirmi la specifica delega consiliare alla “Questione porto di Diamante”. Ringrazio l'intera amministrazione comunale e gli uffici comunali per la condivisione, per il supporto e per la disponibilità che ho immediatamente ricevuto da parte di tutti. Lavoreremo per recuperare il tempo perduto e per dare a Diamante l'opera infrastrutturale che tutti, da troppo tempo, agogniamo coinvolgendo nel nostro lavoro la popolazione e tutte le categorie sociali ed economiche interessate. Come ho avuto modo di scrivere qualche giorno fa, ci battiamo e programmiamo un porto finalmente pubblico che finalmente sia percepito come proprietà collettiva di tutti gli imprenditori di Diamante, dei cittadini di Diamante, dei turisti e dell'intero territorio”. Il consigliere dovrà lavorare duro per riacquistare la fiducia dei cittadini che l'hanno persa e che hanno archiviato l'idea dell'approdo a Diamante. Dietro l'argomento, però, c'è una serie di questioni ed anche di insidie che da tempo intralciano la realizzazione dell'opera. Cauteruccio dovrà superare diversi scogli per arrivare al porto.



132 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
telegram.jpg
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com
Iscriviti alle Newsletter

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)