Diamante, massoneria e gare d'appalto: sentito l'architetto Arcuri

Il professionista, indagato, difeso dall'avvocato Francesco Liserre, si è avvalso della facoltà di non rispondere

DIAMANTE - 1 feb. 21 - Oggi pomeriggio, alle 15, presso il comando dei Carabinieri di Scalea, si è svolto l’interrogatorio dell’architetto Francesco Arcuri, 54 anni, di Diamante. Il professionista, alla presenza dell’avvocato di fiducia, Francesco Liserre, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Per l’indagato, accusato di associazione a delinquere, violazione della Legge cosiddetta Anselmi, sulle Logge segrete e turbativa d’asta, tale strategia difensiva, si apprende, si è resa assolutamente necessaria non potendo avere, allo stato, contezza alcuna dell’articolato e complesso compendio investigativo riferito alle provvisorie imputazioni, ancora coperte dal segreto investigativo.

Ad Arcuri vengono contestati dall'accusa almeno tre episodi. Ma, come è noto, le indagini sono ancora in corso.



1,206 visualizzazioni0 commenti