Diamante, controlli contro i "furbetti" della Ztl

La polizia locale revoca un'autorizzazione e avvia le procedure per la denuncia di un cittadino di Diamante



DIAMANTE – 29 ago. 22 - I controlli predisposti dall'amministrazione comunale di Diamante anche nell'area della Ztl, rivelano trucchi escogitati da alcuni cittadini per raggirare le rigide disposizioni del sindaco, Ernesto Magorno. Il comandante della polizia locale, Massimo Rizzo, ha effettuato una serie di attività relative ad accertamenti in merito alla “comunicazione occupazioni immobili” e al numero di persone che occupano gli appartamenti del centro storico. Uno di questi fabbricati, secondo le comunicazioni, sarebbe dovuto essere il luogo di residenza di un cittadino del posto. Per tale condizione risultava anche una regolare autorizzazione al transito nella Ztl, con relativo numero di targa dell'auto utilizzata. Il sopralluogo effettuato dalla polizia locale di Diamante con il coordinamento del comandante Massimo Rizzo, invece, ha consentito di accertare che in quell'abitazione del centro storico erano domiciliati alcuni villeggianti.



L'effetto di tale controllo sarà una possibile denuncia da parte del comune di Diamante per “dichiarazione mendace”. Nell'immediato, invece, è stata disposta la revoca dell'autorizzazione al transito nella zona a traffico limitato. Ovviamente la persona interessata potrà produrre delle osservazioni. La decisione di organizzare una Ztl nel centro storico di Diamante ha fatto molto discutere nei mesi scorsi. L?amministrazione comunale ha predisposto una serie di varchi con relative telecamere per la lettura delle targhe e, quindi, per eventuali contestazioni a passaggi non autorizzati. L'obiettivo dell'amministrazione comunale è quello di garantire minor presenza di veicoli a motore nel centro storico, cuore pulsante della località turistica con l’introduzione di un sistema sicuramente più moderno ed efficace rispetto alle vecchie transenne che dovevano anche essere controllate a vista.



605 visualizzazioni0 commenti