Diamante, attacchi e risposte fra opposizione e maggioranza

Diamante, per. l'opposizione "un paese allo sbando"; la maggioranza: "Stiamo lavorando bene"


DIAMANTE – 19 giu. 21 - Una nota del gruppo consiliare di opposizione “Diamante e Cirella #SiamoVoi” indica il centro turistico, come un paese “allo sbando”. Il documento è stato inviato alla giunta e alla maggioranza. E in tarda mattinata, ieri, il sindaco Magorno, ha replicato sui canali social. Per il gruppo di opposizione, con a capo Marcello Pascale il paese sarebbe “alla deriva, senza una dimensione, una prospettiva, una guida, senza alcun programma per il futuro, se non quello elettorale di qualcuno”.



Nulla sarebbe stato fatto per l'avvio della stagione estiva. “A giugno inoltrato ci troviamo con il lungomare di viale Glauco che è un cantiere, interdetto alla passeggiata e non solo. Inaccessibile anche la spiaggia ai proprietari delle concessioni demaniali che dunque non hanno potuto ancora montare, o completare il montaggio dei propri stabilimenti, con grande danno economico per loro stessi e per tutte le attività che insistono in quell’area”. Alla questione ha risposto il sindaco Magorno, facendo presente che i lavori, volutamente avviati a giugno, stanno per essere completati e gli spazi ripristinati. L'opposizione interviene anche sul traffico nell’area di viale Glauco. “Durante il ponte dei 2 giugno è letteralmente impazzito (cosa che puntualmente si ripete ogni fine settimana) a causa della restrizione con la delimitazione cantiere dell’area di parcheggio e quindi della carreggiata, poichè non abbiamo a disposizione vigili per regolamentare il traffico. Questo accade a causa di uno scellerato “concorsone” grazie al quale “l’elefante ha partorito un topolino”: da quasi 600 domande abbiamo potuto con grossi stenti assumere appena 5 vigili”. Anche su questo tema il sindaco Magorno, nel suo intervento Social, ha fatto sapere che il concorso è stato organizzato in trasparenza “per titoli” e a dirigere il settore sarà un ex carabiniere. L'opposizione critica la rampa di accesso all’arenile per disabili: “altro non è se non un trampolino di lancio che proietterà il malcapitato direttamente in mare”. Il mancato ripristino del “ponticello” pedonale tra viale Glauco e Marina Piccola e l’inspiegabile ritardo nel ripristino del “ponticello” di legno sul torrente Corvino “che rappresenta un passaggio pedonale vitale” sono altri argomenti evidenziati dall'opposizione. Anche in questo caso, il sindaco Magorno ha fatto sapere che non c'è stata manutenzione in passato, facendo riferimento agli ex amministratori.



168 visualizzazioni0 commenti