top of page

Demanio, "Legge Praia": audizione al Senato 🖥️

Aggiornamento: 23 nov 2023

Demanio Marittimo a Praia a Mare, al Senato l'audizione sulla cosiddetta "Legge Praia", il sindaco De Lorenzo, il vice sindaco Malvarosa ed il notaio Lomonaco 🖥️

Demanio Marittimo a Praia a Mare, al Senato l'audizione sulla cosiddetta "Legge Praia", il sindaco De Lorenzo, il vice sindaco Malvarosa ed il notaio Lomonaco

PRAIA A MARE – 22 nov. 23 - Demanio, al Senato, l'audizione sulle modifiche alla cosiddetta "legge Praia". “Lavoriamo, come abbiamo fatto fino ad ora, per il bene di tutti – scrive il sindaco De Lorenzo -. Lo facciamo con spirito di sacrificio e con la consapevolezza che ogni cosa va studiata e seguita con la massima cura. Proprio per questo siamo stati a Roma presso il Senato della Repubblica per discutere all'audizione sulla modifica alla legge 113/83 cosiddetta "legge Praia". Abbiamo iniziato circa un anno fa il percorso grazie al senatore Fausto Orsomarso che ha presentato il progetto della nuova norma scritta, grazie al preziosissimo apporto tecnico del notaio, Gianni Lomonaco, e alla conoscenza della materia del mio vicesindaco Maria Pia Malvarosa”.



C'è in materia un disegno di legge, il n. 500 che, appunto, prevede le modifiche alla norma, che porta la data dell'8 aprile 1983, n. 113 e sulla cessione di territori del demanio marittimo al comune di Praia a Mare. La legge ha assunto il nome di Praia a Mare, perchè all'epoca venne redatto un testo esclusivo per la situazione del centro tirrenico.

In sede di audizione, al Senato, era presente anche Fausto Orsomarso che ha evidenziato la necessità di intervenire al meglio su una legge speciale che, a giudizio del senatore, non è stata attuata nella sua completezza. Da più di quarant'anni si va avanti sulla questione, è stato ribadito. L'idea, secondo Orsomarso, è quella di trasformare l'emendamento sul problema dell'inattuata parte della legge speciale Praia in una interpretazione autentica.

Il sindaco di Praia a Mare Antonino De Lorenzo, ha voluto spiegare in commissione la motivazione che ha spinto il comune di Praia a Mare a richiedere un'audizione per apportare le necessarie modifiche. «Se siamo qui, già questa è una motivazione.



Si tratta di una legge del 1983 – ha detto il sindaco De Lorenzo al Senato – e nel 2023 l'iter non si è concluso, vuol dire che c'è qualcosa che non funziona nel meccanismo. Quello che non funziona va ad incidere su circa 130 famiglie che utilizzano dei beni in cui non c'è abusivismo, regolarmente autorizzati, con nessun danno erariale in quanto le somme sono state già trasferite dal Demanio al comune di Praia a Mare. Ci sono problematiche che hanno ingenerato circa 80 cause, almeno 50 in itinere, altre forse in partenza. C'è l'incertezza di chi ha comprato. C'è una sentenza che comincia a far rendere concreta la nullità dell'atto di acquisto tra il comune di Praia a Mare e l'Agenzia del Demanio. Si tratta di un dato fattuale in quanto la sentenza è stata pubblicata in queste ore, proprio mentre venivamo a Roma da Praia a Mare. Ne dobbiamo prendere atto, ma senza dare colpe a qualcuno. Ci interessa cercare di seguire la norma e i consigli concreti del notaio che non ha alcun interesse economico. C'è la necessità che la norma inadatta vada modificata, riportata alla normalità per 130 famiglie». Il sindaco ha anche ricordato che quasi una metà dell'abitato di Praia a Mare, compreso scuole ed altri fabbricati si trovano nell'area demaniale.


GUARDA IL VIDEO DELL'AUDIZIONE






Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page