Covid, la situazione sull'alto Tirreno cosentino al 28 dicembre

Le ordinanze dei sindaci dell'alto Tirreno



ALTO TIRRENO – C'è allarme in tutti i comuni della costa dell'alto Tirreno cosentino dove i casi di contagio da Covid 19 sono in aumento.

A Tortora come è noto sono risultati positivi il sindaco e la consigliera Rosanna Limongi, nelle ultime ore sono stati ricostruiti i contatti e da quanto comunicato, ieri, lo screening di tutti i dipendenti comunali ha fornito esito negativo. Intanto l'amministrazione del sindaco Antonio Iorio ha annullato le manifestazioni natalizie in programma: i laboratori natalizi in programma anche oggi; “A spasso sul corso”, programmato per domani; il presepe vivente del 2 e 5 gennaio e “In compagnia della befana” del 6 gennaio. Alla data del 26 dicembre sono risultati positivi 27 cittadini, e in quarantena, 58.

A Praia a Mare, sono 6 i casi positivi attivi;

a San Nicola Arcella, ieri, 5 positivi in più, per un totale di 13 casi attivi sul territorio comunale. Il totale delle persone in quarantena preventiva è di 30 cittadini. L'invito dell'amministrazione “a mantenere alta l'attenzione, utilizzare i dispositivi di sicurezza, evitare assembramenti e rispettare tutte le norme anti contagio”.


A Scalea, ieri, erano 9 i nuovi positivi e 2 guariti; il totale dei casi attivi sul territorio è di 39 cittadini, mentre le persone in quarantena preventiva sono 61. Il sindaco Perrotta ha diffuso anche un annuncio: “Chiunque effettui un test antigenico rapido a casa – si legge - e dovesse risultare positivo, chiami il numero 0985282206 o scriva una mail a covid@comune.scalea.cs.it ”.

A Santa Domenica Talao si registra 1 nuovo positivo al tampone antigenico; attuali positivi: 2.

Nell'entroterra, a Papasidero, sono stati annullati tutti gli eventi che coinvolgono la popolazione, sia all'interno che all'esterno, ed anche eventuali feste da ballo.

A Santa Maria del Cedro i cittadini attualmente positivi sono in tutto 24 e in quarantena, 31. Il sindaco Ugo Vetere ha ordinato di indossare le mascherine anche all’aperto, nei bar, ristoranti, pizzeria, pub, negozi, sale giochi, sale scommessi, alberghi, chiese, uffici pubblici, cimiteri e funerali ed attività commerciali di ogni genere e specie. Chiusa al pubblico sino a data da destinarsi la casa comunale. I cittadini possono fare eventuali richieste utilizzando la posta certificata o i numeri di telefono degli uffici. Anche il sindaco di Santa Maria del Cedro ha sospeso le manifestazioni aperte al pubblico.


A Grisolia i casi accertati di positività al Covid-19 sono 8,

a Verbicaro nelle ultime ore sono risultati positivi due giovani ed il sindaco, Francesco Silvestri, ha revocato tutte le autorizzazioni concesse per le manifestazioni natalizie, almeno fino al 31 gennaio; vietati gli assembramenti.

A Diamante, i positivi sono in tutto 23 ed anche nel centro tirrenico il sindaco, Ernesto Magorno, ha emesso un'ordinanza con una serie di restrizioni. E' vietato l'intrattenimento con musica dal vivo negli esercizi pubblici e nelle sedi di associazioni e club. Il 31 dicembre, 1 e 2 gennaio dalle ore 21.00 alle ore 5.00 saranno chiusi tutti i pubblici esercizi in cui viene svolta in via principale l'attività di bar anche se non viene indicata come principale attività a livello commerciale. Chi arriva da fuori regione deve comunicare il rientro ed effettuare un tampone inviando l'esito agli indirizzi di posta elettronica indicati nell'ordinanza.

Il sindaco di Sangineto, Michele Guardia ha disposto la chiusura al pubblico degli uffici comunali, da ieri, fino al 7 gennaio.

A Belvedere Marittimo, infine dove sono in risalita i positivi, lo scorso 25 dicembre erano 30 le persone positive. Il commissario prefettizio ha disposto nei giorni scorsi la sanificazione degli uffici comunali.



2.334 visualizzazioni0 commenti