Corigliano Rossano, la politica guarda al porto di Schiavonea con occhi diversi

La senatrice Rosa Silvana Abate, presente all'incontro di ieri a Schiavonea sulla questione dell'approdo


Rosa Silvana Abate

CORIGLIANO ROSSANO - 5 set. 20 - «Ieri ho partecipato, nella sala conferenza della Stazione Marittima del Porto di Schiavonea, ad un incontro organizzato dall’Amministrazione comunale di Corigliano Rossano per discutere del futuro del Porto». Lo annuncia la senatrice del movimento Cinque stelle Rosa Silvana Abate. Al tavolo dei lavori, oltre ai rappresentanti della Deputazione Parlamentare del M5S e dell’Amministrazione Comunale, erano presenti l’Autorità Portuale, la Capitaneria di Porto, la Regione Calabria e una serie di altri tecnici, rappresentanti istituzionali e sindacati.

«Il fondamentale incontro - spiega la senatrice pentastellata - è servito a fare rete e lavorare in sinergia per rendere pienamente funzionale ed efficiente l’impianto con l’obiettivo di assecondare sia la vocazione turistica, sia agroalimentare del territorio e sia, infine, per permettere il rilancio della storica marineria di Schiavonea. Dopo anni di oblio voluti dalla vecchia politica, grazie al mio lavoro, sono riuscita ad accendere i fari sulla struttura, è giunto però il momento di fare il salto di qualità definitivo affinché la struttura diventi sempre più il punto di riferimento per la Sibaritide, la Regione Calabria e l’intero Sud Italia.

Ieri, con questo ampio tavolo di discussione, si è realizzato un sogno: avere tutte le istituzioni insieme per parlare ed essere al servizio del territorio. La politica dovrebbe essere sempre questa: servire i cittadini e il territorio e non servirsene per i propri interessi personali e politici.

Nel corso del mio intervento, al Commissario dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro, l’Ammiraglio Andrea Agostinelli, che ho ringraziato per l’alacre e puntuale lavoro spesso fatto insieme per rilanciare la struttura di Schiavonea, ho dato atto di quanto fatto fino ad ora per rinnovare le torri faro, portare l’elettricità e l’acqua su altre banchine del porto. Ho ricordato, poi, a tutti i presenti che si tratta di interventi di grande importanza ma che vanno completati. Ho chiesto che si faccia quanto possibile per avere più posti barca nella struttura ottimizzando gli ormeggi e per sistemare la pilotina dei ragazzi dell’indirizzo Nautico dell’Istituto “Green, Falcone e Borsellino”. Ma, soprattutto - prosegue Rosa Silvana Abate - ho ricordato ai rappresentanti del Comune che è il momento che si completino necessariamente le procedure di delimitazione e incameramento dell’area portuale perché solo così si potrà provvedere a poter programmare lo sviluppo del Porto di Corigliano Rossano dotandolo, in primis, un sistema di alaggio e varo per le barche senza che queste si vadano a tirare a secco in strutture molto più lontane con grandi costi per i pescatori.



Nel suo intervento il Commissario Agostinelli ha comunicato come l’arrivo di luce e acqua (compreso il sistema antincendio) sarà completato entro Natale mentre si cercherà di avere più ormeggi per le barche dei pescatori e la pilotina dei ragazzi del Nautico. È stata terminata anche l’installazione del sistema di controllo degli accessi al porto che ne ha migliorato la sicurezza (e si tratta del primo in Calabria ad essere realizzato e completato) mentre è in programma anche la progettazione e realizzazione della banchina turistica. L’amministrazione comunale, dal suo canto, ha rassicurato i presenti sul fatto che i documenti per l’incameramento e la delimitazione della struttura sono in via di consegna alla Capitaneria di Porto e alle relative commissioni.

In chiusura - conclude la senatrice Cinque stelle - ho ribadito che continuerò, come ho fatto fino ad ora, a seguire lo sviluppo degli interventi mettendo a disposizione dei presenti il mio ruolo istituzionale per fare da tramite con i Ministeri e risolvere tutti quei problemi burocratici emersi nel corso del lungo e costruttivo dibattito di ieri. Si tratta solo del primo incontro e ci rivedremo a stretto giro: il lavoro di sinergia continua. Per me è di fondamentale importanza che il porto, in primis, debba dare servizi ai pescatori. Invito questi ultimi, poi, a tutelare, rispettare e tenere pulita la struttura e all’amministrazione chiedo di fare tutto quanto di sua competenza per permettere che il porto abbia un aspetto meno degradato anche in vista degli approdi delle crociere previsti nel mese di settembre».

I CITTADINI CHIEDONO UN PORTO ATTIVO, FUNZIONALE

UN PORTO che sia funzionale e che possa far sviluppare l'intera città. E' questo ciò che chiedono i cittadini di Corigliano Rossano e, in particolare, coloro i quali vivono nella zona di Schiavonea dove è fortemente sviluppata la marineria locale. L'approdo della città è stato sempre indicato come un possibile mezzo per generare sviluppo e crescita dell'intera comunità. Ad oggi, però, la situazione è ancora ferma agli anni passati e, come è noto, mancano persino delle importanti infrastrutture per far sì che si sviluppi l'area portuale. Qualcosa, però si muove.

E' di queste ore la notizia del ritorno di Costa Crociere nel porto di Corigliano Rossano per quattro date: 9, 16, 23 e 30 settembre. E' uno degli sviluppi positivi, se così si può definire dell'emergenza Covid. In quanto le navi da crociera stanno cercando di uscire dalla profonda crisi di questa tipologia di viaggi sfruttando proprio le coste italiane e offrendo itinerari diversi da quelli già noti delle mete turistiche tipiche. “Ci auguriamo che Costa Crociere – aveva detto il vicesindaco Claudio Malavolta - colga la disponibilità del comune a fare sinergia nel prossimo futuro per valorizzare le potenzialità di una città ricca di storia e tradizionalmente generosa”. Il porto di Schiavonea non è nuovo ad iniziative crocieristiche. Sono approdate navi anche di grosso cabotaggio perché, bisogna sottolinearlo, la struttura lo permette.

Ed allora, bisogna cogliere gli appelli più volte lanciati sulla struttura dalla senatrice pentastellata Rosa Silvana Abate. E, bisogna sottolineare, che non si è trattato di soli appelli perchè la senatrice si è data da fare personalmente per poter creare le condizioni per migliorare la struttura, cogliendo, come è accaduto nel mese di agosto, anche l'appello delle donne di Schiavonea che chiedevano che fossero attivati i servizi essenziali e che venisse sfruttato il porto in quanto tale e non soltanto per organizzare e far approdare navi come la famosa “Quarantena” Aurelia che, poi, ha scelto altri ormeggi. La nave che salperà da Trieste e approderà nel Porto di Corigliano Rossano sarà la Costa Deliziosa che effettuerà un itinerario nazionale riservato solo a residenti italiani. “L’attracco di una nave da crociera – ha detto il vicesindaco Malavolta - rappresenta un’occasione in più per l’intero territorio che può e deve puntare al turismo

crocieristico per presentare e far conoscere le bellezze del territorio, le eccellenze enogastronomiche e l’artigianato locale”. Ma, tornando alla questione prettamente politica, la senatrice Abate, proprio nei giorni scorsi ha sottolineato: “Grazie al lavoro di questi due anni, cioè sin dall’inizio del mio mandato, sono riuscita a riaccendere i fari della politica sul porto di Corigliano Rossano. Diversi, infatti, sono gli interventi che stanno interessando la struttura di Schiavonea grazie al tanto lavoro fatto per segnalare al ministero dei Trasporti la situazione di stallo in cui era stata costretta dalla gestione voluta dalla vecchia politica ora”. Finalmente, e grazie all'attenzione creata sulla struttura, si sta operando per portare l'acqua potabile laddove manca. Era un problema essenziale, questo, sollevato più volte, anche in occasione dell'arrivo della nave Aurelia. Arriverà l'illuminazione nelle banchine dove ancora non è stata installata e verranno attivate le torri faro.

47 visualizzazioni
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
  • LinkedIn
Iscriviti alle Newsletter
Segnalazioni e info
contatto mail: miocomune@gmail.com

Copyright © Miocomune. Tutti i diritti riservati. - quotidiano on line (Reg. inf. 01/2012, Trib. Paola)