Corigliano Rossano, ieri, i funerali del 19enne morto nell'incidente sulla Statale 106

L'ultimo saluto di Corigliano Rossano a Luca Laudone



CORIGLIANO ROSSANO – 12 gen. 22 - Non c'è stato bisogno di procedere all'esame autoptico. Si sono svolti già ieri pomeriggio i funerali di Luca Laudone, il giovane di 19 anni, vittima dell'incidente sulla Strada Statale 106 in località Toscano Joele, tra le due circoscrizioni di Corigliano e Rossano. Un dolore immenso per l'intera comunità e per quanti conoscevano il giovane 19enne, un bravissimo ragazzo, gran lavoratore e persona affabile. E i cittadini di Corigliano Rossano non se la sono sentita di lasciare soli i familiari in questa dolorosa occasione e in tantissimi hanno accompagnato la salma in chiesa, mantenendo le distanze e le cautele che impone la pandemia. La salma è giunta puntuale alle 15.30. Partendo dall'abitazione verso la chiesa di Maria Santissima Immacolata, allo Scalo di Corigliano.


Le lacrime dei genitori, Cosimo e Caterina Curatelo, del fratello Cristiano, della sorella Rosa Antonia, dei parenti e di quanti conoscevano il giovane. Vicini ai familiari anche i componenti dell'Inter Club, “Massimo Moratti” frequentato da Luca Laudone gli amici del “semiconvitto” di Rossano. Fra le cause che potrebbero aver influito nell'uscita fuori strada della Fiat 500 di Luca Laudone, probabilmente, c'è l'asfalto bagnato. I carabinieri hanno effettuato i rilievi sul posto ed hanno ricostruito le fasi del grave incidente. Il giovane, da quanto si è appreso, si era recato a casa della fidanzata, l'aveva accompagnata, e stava facendo ritorno nella sua abitazione di Corigliano. Appena giunto in contrada Toscano, qualcosa è andato storto e l'auto è finita fuori strada. Per Luca Laudone non c'è stato nulla da fare. Anche dagli amici della parrocchia di Maria Santissima Immacolata un messaggio di cordoglio, il ricordo: “con affetto del carissimo Luca Laudone, tragicamente scomparso in un incidente la scorsa notte. Ci stringiamo al dolore dei genitori, dei parenti, tra i quali il nostro parroco, e degli amici – si legge -. Preghiamo insieme Maria SS. lo accolga nel suo abbraccio”. Ieri, anche il messaggio di cordoglio dell'amministrazione comunale e della giunta, la vicinanza dell'associazione “Basta vittime sulla Statale 106” che ha ricordato il giovane che: “aveva tanti sogni e belle speranze che, in pochi attimi, sono svaniti via per sempre nell'ennesimo incidente mortale sul famigerato asfalto della strada Statale 106”.



205 visualizzazioni0 commenti