Corigliano Rossano, furto in chiesa, statua danneggiata. Due arresti

Bloccati in flagranza di reato. per pochi spiccioli danneggiata una statua, una lampada votiva e gli infissi

CORIGLIANO ROSSANO – 31 ago. 21 - L'obiettivo erano i pochi spiccioli conservati nei raccoglitori delle offerte, ma in due hanno anche danneggiato la statua di Santa Rita e una lampada votiva. Una situazione che genera sconforto fra i parrocchiani. I fatti sono accaduti allo scalo di Corigliano. La chiesa presa di mira è lungo via Nazionale ed è dedicata a Maria Santissima delle Grazie. I carabinieri della compagnia di Corigliano Calabro, coordinati dal capitano Cesare Calascibetta, hanno tratto in arresto due presunti responsabili colti in flagranza di reato. Ma, come è stato accennato, i fedeli sono rimasti scossi soprattutto per i danneggiamenti. I due fermati, sono giovani di 18 e 19 anni. Al momento, sono accusati dei reati di furto aggravato, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.



Nella notte di ieri, i militari della sezione radiomobile di Corigliano sono stati allertati dalla centrale operativa su di un furto, ancora in atto, all'interno della chiesa di Maria Santissima delle Grazie, in via Nazionale. Sul posto, si sono dirette subito due gazzelle. I militari hanno colto in flagranza i due ragazzi, già conosciuti alle forze dell'ordine per i loro precedenti. I ladri, si trovavano nei pressi della sacrestia e stavano scassinando una lampada votiva cercando di impossessarsi delle offerte in denaro, contenute all’interno. All'arrivo dei militari, i due hanno tentato una disperata fuga e, una volta fermati, hanno cercato di divincolarsi dalla presa. I militari sono riusciti, comunque, a bloccarli e, per questo, hanno anche contestato il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Condotti in caserma, i militari insieme al parroco della chiesa, don Angelo Pisani, avvisato dell’accaduto, hanno tracciato una prima conta dei danni.



Oltre alla lampada votiva danneggiata, i due giovani coriglianesi avevano messo a soqquadro l’intera sacrestia, e hanno danneggiato seriamente la statua di Santa Rita, facendola cadere a terra; hanno anche forzato le finestre esterne, utilizzate per entrare in chiesa. I danni subiti ammontano, secondo una prima stima, a circa diecimila euro.

Sulla base di quanto accertato i carabinieri, d’intesa con la Procura della Repubblica di Castrovillari, hanno dichiarato in arresto i due indagati, sottoposti al regime degli arresti domiciliari, in attesa di essere giudicati con rito direttissimo presso le aule del Tribunale di Castrovillari.



95 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti