Cordoglio a Corigliano Rossano per la morte del giovane 19enne Luca Laudone

Numerosi i messaggi diffusi ieri per il decesso del giovane cameriere di Schiavonea



CORIGLIANO ROSSANO – 11 gen. 22 - Nella giornata di ieri, sono stati numerosi i messaggi di cordoglio. Soprattutto gli amici del giovane Luca, hanno postato messaggi di ricordi, di disperazione, di pianto. Con una nota anche la Giunta, il consiglio comunale tutto e il sindaco Flavio Stasi, hanno diffuso il cordoglio per la grave perdita. “Si stringono – si legge - all'immane dolore della famiglia e di quanti conoscevano il giovane che nella notte ha perso la vita in un tragico incidente lungo la S.S. 106. Siamo spezzati dalla perdita di un'altra giovane vita. Facciamo nostro il ricordo del Semiconvitto Rossano. Sorridente, solare, con lo sguardo rivolto alla vita e al futuro, alla realizzazione di quei sogni personali e professionali in cui credevi. Progettavi, programmavi, ti impegnavi.


Un imperfetto che mai avremmo voluto usare, Luca. Il tuo tempo doveva essere il presente ed il futuro. Invece la linea del tempo si è interrotta e ti sei fermato.Non doveva accadere. Non dovrebbe accadere mai. Dovevi riempire i tuoi diciannove anni e tutti quelli che sarebbero arrivati ancora. Ovunque tu sia adesso, porta la necessaria consolazione ai tuoi cari, ai tuoi compagni, ai tuoi amici, a quanti stamattina mai mai mai avrebbero voluto ricevere questa notizia. Continua a volare alto, Luca, nel mondo che ora ti accoglie. Noi conserveremo per sempre il ricordo del tuo garbo, del tuo essere studente attento, costante, educato. Del tuo saperti distinguere con professionalità. Mancherai, Luca. Mancherai.

A te il nostro abbraccio, per sempre. Ai tuoi genitori, ai tuoi cari le nostre più sentite e commosse condoglianze. La terra possa esserti lieve. Fai buon viaggio, Luca”. L'associazione Basta vittime della Strada Statale 106” fa anche una sua ricostruzione dei fatti: “Il manto stradale era bagnato, l’auto è sbandata ed è andata a sbattere contro una barriera in plastica messa lì dall’Anas, (chissà da quando...), al fine di segnalare il guardrail divelto. La barriera in plastica (peraltro vuota), non è riuscita a contenere l’auto che è volata nel fossato e, nell’impatto, il giovane ragazzo ha perso la vita. Questo tragico incidente non può non imporre in tutti noi una riflessione. Questo tragico incidente dovrebbe farci riflettere tutti! Questo tragico incidente non può lasciarci indifferenti”.



785 visualizzazioni0 commenti