• Cetraro

Cetraro, agguato a colpi di arma da fuoco sulla SS 18

Ferito gravemente un uomo di 47 anni, Guido Pinto, incensurato, titolare di una palestra a Guardia Piemontese



CETRARO - 21 giu. 22 - Agguato sulla statale 18, ieri a tarda ora, poco dopo le 23.00. Tra Cetraro e Acquappesa, un uomo, Guido Pinto, di 47 anni, di Cetraro, titolare di una palestra a Guardia Piemontese, incensurato, mentre era a bordo della sua autovettura, Alfa Romeo 156 è stato raggiunto alla schiena da due colpi d'arma da fuoco. É stato trasportato e ricoverato in prognosi riservata all'ospedale dell'Annunziata di Cosenza ove sarà sottoposto ad intervento. Indagini in corso da parte de carabinieri della Compagnia di Paola. Secondo le prime informazioni, la vittima sarebbe stata affiancata da un'altra automobile dalla quale sarebbero partiti i colpi di arma da fuoco. il 47enne, ferito, ha proseguito la sua corsa a bordo dell'Alfa Romeo schiantandosi contro la stazione di servizio Esso. Pinto è ricoverato in prognosi riservata all'Annunziata.

Guido Pinto 45 anni, è stato vigile urbano ad Acquappesa, oggi proprietario di una palestra a Guardia Piemontese. Guido Pinto, in passato, ha gestito un distributore di benzina a Cetraro. Nel 2004, durante una rapina fece fuoco, per legittima difesa, e uccise uno dei malviventi. Il sindaco Cennamo, ha commentato l'accaduto: «Un fatto gravissimo che riporta la città indietro ai terribili anni ’80. E proprio, oggi che commemoriamo il delitto di Giannino Losardo, avvenuto il 21 giugno 1980. Ancora oggi, purtroppo, sul Tirreno cosentino accadono fatti di sangue che ci fanno fortemente preoccupare. Ciò significa che tutte le forze sane, a partire dalle amministrazioni comunali, i partiti, le associazioni, la scuola e la chiesa devono lavorare in sinergia per costruire un forte fronte comune contro la criminalità che sta cercando, pericolosamente, di rialzare la testa e riportarci nel baratro».



il luogo dell'agguato


6.707 visualizzazioni0 commenti