• Tortora

Caro acqua a Tortora: aumento tariffe contestato dall'opposizione

Lieviteranno i costi a famiglia per il consumo di acqua potabile. L'opposizione non condivide gli aumenti



TORTORA – 26 mag. 22 - “L'acqua potabile costerà di più”. I consiglieri comunali di opposizione:

Anna Fondacaro, Pasquale Lamboglia, Filippo Matellicani e Raffaele Papa attaccano l'esecutivo del sindaco Tony Iorio. La giunta ha rivisto, aumentandole, le tariffe del servizio idrico integrato (acqua-fognatura-depurazione) per l’anno 2022. I consiglieri di opposizione evidenziano che: “Nel consiglio comunale del 18 maggio scorso, in occasione della discussione sul “Piano economico finanziario” e “Sistema tariffario del servizio idrico integrato”, l’intero gruppo consiliare di opposizione ha manifestato non poche perplessità su tale provvedimento, evidenziandone le criticità, non approvandolo e chiedendone il rinvio, al fine di meglio modulare, insieme, una tariffazione oggettivamente e molto onerosa per tutti, in particolar modo per le utenze domestiche.



Questa richiesta – evidenziano dall'opposizione - come al solito, non è stata accettata dalla maggioranza che, invece, ha inteso procedere nell’approvazione. Auguriamoci tutti che in seguito possa esserci la possibilità di rivedere queste tariffe, di intervenire sulla riduzione dei costi del servizio e, soprattutto, che non ci siano "brutte sorprese" quando arriverà la nuova bolletta che potrebbe rivelarsi salatissima". La Tariffazione sarà rapportata al consumo e ai componenti del nucleo familiare con una differenziazione tra residenti e non residenti.

Una famiglia di tre persone, residenti, pagherà, ad esempio, per un consumo medio presunto di circa 210 mc all'anno, circa € 269,00 mentre una famiglia di 3 persone, non residenti, per un consumo medio presunto di 140 mc all'anno (consumo presunto fatturato nel 2021) pagherà circa € 562,00 contro i 165 euro pagati fino al 2021.

In particolare le tariffe per le seconde case si caratterizzano per una quota fissa pari a 2 volte e mezzo (€ 69.89) quella dei residenti (€ 27,96) e per tariffe a mc addirittura superiori a quelle previste in una città come Roma. “A Tortora – concludono i consiglieri - insomma, costerà di più anche l’acqua; si dirà che questo servirà a coprire le spese del servizio e sarà anche vero, però qualche volta bisognerebbe impegnarsi, nell'interesse di tutti, a ridurre spese e sprechi più che a ricorrere ad aumenti, spesso ingiustificati, di nuove e vecchie tasse”.



142 visualizzazioni0 commenti