Belvedere, un comitato per dire "no" alle antenne in zona Monti

Ricevuti dal commissario prefettizio. Ribadita la contrarietà alla presenza di antenne in zona Monti




BELVEDERE – 29 gen. 22 - Contro le antenne in località Monti, nasce il comitato territoriale “No elettrosmog". Il comitato di cittadini ha ottenuto un colloquio con il commissario prefettizio che si trova attualmente alla guida del comune tirrenico. Presenti i componenti del comitato “No elettrosmog” e l'avvocato Ugo Massimilla. Il gruppo spontaneo di cittadini, coadiuvato dall'avvocato Massimilla in una nota, spiega: "Non capiamo. Con ordinanza N.198 del 28 maggio 2020 era stata bloccata la realizzazione di impianti con tecnologia 5G sul territorio comunale, negando qualsiasi autorizzazione nel merito.


Abbiamo palesato al commissario quantomeno una possibile discrepanza di valutazione, dopo poco più di un anno, attesa la vicinanza di numerose abitazioni nel raggio delle antenne. Abbiamo chiesto alla struttura che guida il comune di prendere di petto la vicenda e di darci risposte. Non vogliamo creare allarmismi, vogliamo soltanto la verità". Il comitato ha poi annunciato: "Porteremo la vicenda su tavoli sovracomunali interloquendo con gli organi competenti. Non ci fermeremo. La nostra non è una polemica ma un'atto dovuto per la salvaguardia dell'ambiente e della salute pubblica". L'incontro con il commissario straordinario del comune di Belvedere Marittimo, ieri mattina, per affrontare la paradossale vicenda delle antenne, “ormai installate, in località Monti". Sulla questione, già da tempo, diversi cittadini hanno fatto sentire la propria voce chiedendo di rivedere le scelte sull'installazione di antenne in quella zona.