Belvedere, scuola alla Marina inagibile. Appello del Pd

Il segretario del Pd, Massimilla, lancia un appello sulla scuola elementare della Marina, ancora inagibile. Chiede quali sono le intenzioni dell'amministrazione comunale


BELVEDERE – 19 mar. 21 - Il segretario del circolo del Partito democratico di Belvedere Marittimo, Ugo Massimilla, rinnova l'appello rivolto all'amministrazione comunale sull'edificio della scuola elementare della Marina. I cittadini chiedono risposte, in particolare l'esponente del Pd, sulla situazione dello stabile che, per come riferisce Massimilla, alla stato attuale è inagibile. “Dispiace – scrive Massimilla - far presente che si tratta di un palazzo ormai fatiscente, incompleto, abbandonato e soprattutto senza soluzione di ripartenza, per la quale stiamo, dal lontano giugno scorso, ancora in attesa di un riscontro ufficiale. Mi chiedo, cosa in questi mesi è stato fatto; o meglio, cosa è stato programmato?”.



C'è la necessità di fornire risposte secondo l'esponente del Pd, che sottolinea: “La comunità è stanca e merita una risposta. Rinnoviamo, pertanto, i numerosi appelli all’amministrazione comunale e al sindaco, affinché al più presto, forniscano una risposta concreta sull’argomento”. Il consiglio del Partito democratico di Belvedere: “La costruzione della cittadella scolastica o il semplice ripristino della scuola esistente, sarebbe un grande passo in avanti che la nostra comunità ha il diritto di veder realizzare. Non posso dunque, non provare disappunto ed indignazione, nel prendere atto che i cittadini, restano all’oscuro della volontà e delle possibili idee che l’amministrazione intende portare avanti, circa l’espletamento dei lavori che dovranno essere eseguiti per ripristinare l’edificio scolastico della Marina di Belvedere”. E Massimilla cita una frase di Don Ciotti: “la speranza è la voglia di futuro, la politica è il modo e il cammino per raggiungerlo”, e aggiunge: “Credo fermamente che ogni sindaco, ogni amministratore locale, debba sviluppare una visione, debba cercare di costruire speranza e felicità alla propria comunità, attraverso la testimonianza e l’esempio delle ‘best practices’”.



286 visualizzazioni0 commenti