top of page

Belvedere, revocato lo stato di agitazione dei lavoratori del comune, riunione in prefettura

Risolta la controversia sindacale al Comune di Belvedere Marittimo: revocato lo stato di agitazione dei lavoratori, si è tenuta la riunione in prefettura


Risolta la controversia sindacale al Comune di Belvedere Marittimo: revocato lo stato di agitazione dei lavoratori, si è tenuta la riunione in prefettura

Belvedere Marittimo, 9 marzo 2024 - Una svolta positiva si è registrata nella controversia sindacale al comune di Belvedere, che ha portato alla revoca dello stato di agitazione dei lavoratori, dopo la riunione in prefettura. La riunione, tenutasi mercoledì scorso presso la prefettura di Cosenza, ha visto la partecipazione delle principali parti sociali e delle autorità locali.


I presenti

Durante l'incontro, sono intervenuti rappresentanti sindacali come Vincenzo Laurito della Cgil, Antonello Borsani per la Cisl Fp e Mario Rugiero per il Csa, insieme alla rappresentanza sindacale unitaria. Il Comune di Belvedere era rappresentato dal sindaco Vincenzo Cascini e dal vicesindaco Francesca Impieri. Tuttavia, è emerso un disguido dell'ufficio personale che ha portato all'assenza del presidente della delegazione trattante, il segretario Antonio Marino, non informato della convocazione.


Le motivazioni dello stato di agitazione

La discussione ha permesso di chiarire le motivazioni alla base dello stato di agitazione. Le parti sindacali hanno spiegato che la situazione è derivata da un'incompatibilità della delegazione trattante di parte pubblica, sollevata durante un incontro precedente. L'incertezza sulla composizione della delegazione ha impedito il proseguimento delle trattative sulla retribuzione del salario accessorio, portando alla proclamazione dello stato di agitazione.


Il sindaco

Tuttavia, il sindaco Cascini si è dichiarato all'oscuro di questa situazione, sottolineando la sua mancanza di competenza nel presiedere la delegazione trattante. Dopo una serie di confronti, il capo gabinetto ha invitato tutte le organizzazioni sindacali a concludere.

In un clima di collaborazione, le parti sindacali hanno chiesto al sindaco di intervenire per riprendere le procedure di contrattazione, senza attendere gli esiti del parere degli organi competenti. L'impegno del sindaco a formulare un indirizzo al presidente della delegazione trattante ha segnato una svolta positiva nel tentativo di conciliazione.

La soluzione trovata è stata accolta con favore da entrambe le parti, evitando così lo sciopero che avrebbe compromesso ulteriormente la trattativa.

Comments


Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page