Belvedere Marittimo, proposta di un vax day al palazzetto dello sport

Ugo Massimilla ha protocollato una richiesta al comune nella quale ipotizza anche un eventuale screening gratuito



BELVEDERE – 29 dic. 21 – Il gruppo “Impegno comune” con Ugo Massimilla ha protocollato una missiva destinata alla struttura commissariale del comune di Belvedere Marittimo. La richiesta di utilizzare il palazzetto dello sport per un “vax day”.

“L'aumento dei contagi – si legge nella nota di Ugo Massimilla - nella nostra amata cittadina impone la realizzazione di proposte serie ed attuabili e per questo ho deciso di attivarmi.

Sulla falsariga di quanto avviene in altri paesi dell'alto Tirreno cosentino ho chiesto la promozione di una giornata di immunizzazione libera (prima, seconda e terza dose) senza prenotazione, e per ogni fascia d'età.

È ipotizzabile per l’Open vax day usufruire del Palazzetto dello Sport.


Allo stesso modo, in un ottica di prevenzione, ho richiesto anche la possibilità di organizzare uno screening gratuito per i cittadini, in collaborazione con la Protezione civile, le farmacie, le strutture sanitarie del posto, le associazioni operanti sul territorio e i volontari della Croce Rossa.

Sarebbe un bel segnale per i Belvederesi”. Massimilla evidenzia il fatto che ci sono interi nuclei familiari in quarantena. I tamponi hanno un costo (seppur limitato e ottimale) ed effettuarli gratuitamente “significherebbe tracciare meglio e prevenire ulteriori contagi, incentivando i cittadini a tutelare loro e chi gli sta accanto”. Infine una considerazione: “Non cerco primogeniture, e per questo spero che la mia proposta venga accolta da tutti, indistintamente, in particolare dalla politica locale che non può restare in silenzio. Belvedere Marittimo ha un grande problema. È sotto organico. Ci sono poche unità della Polizia Municipale alle quali va tutta la nostra gratitudine per quello che stanno facendo e non è poco, insieme alle associazioni come "Amici infermieri", e ai volontari stanno dando tutto.

Un plauso anche alle farmacie, alle strutture sanitarie, a coloro i quali si stanno prodigando al fine di colmare le lacune del sistema pubblico.

Comprendo che l'organizzazione di queste iniziative sia difficile dal punto di vista organico e logistico ma sono sicuro che questi eroi riusciranno a gettare il cuore oltre l'ostacolo.

Avanti con coraggio senza perdere la speranza”.



244 visualizzazioni0 commenti