top of page

Belvedere Marittimo, maggioranza appesa a un filo: Greco, Martucci e Perrone lasciano

Greco, Martucci e Perrone lasciano la maggioranza del sindaco Cascini a Belvedere Marittimo. Filicetti ago della bilancia


Greco, Martucci e Perrone lasciano la maggioranza del sindaco Cascini a Belvedere Marittimo. Filicetti ago della bilancia

BELVEDERE – 28 dic. 23 - Da ieri, l'amministrazione comunale di Belvedere Marittimo, si regge ufficialmente sull'unica consigliera di minoranza che è diventata l'ago della bilancia: la consigliera Maria Rachele Filicetti di Uniti Per Belvedere; lasciano la maggioranza Greco, Martucci e Perrone. La maggioranza del sindaco Cascini ha perso tre “pezzi” importanti: un assessore, Eugenio Greco, che ha ufficializzato il passaggio in minoranza insieme a Giovanni Martucci, presidente del consiglio comunale, e a Filippo Perrone. I tre consiglieri, ex maggioranza, si uniscono ad Ugo Massimilla, Francesco Cauteruccio ed Emanuela Arnone. In un lungo documento presentato dall'ormai ex assessore Greco, vengono spiegate le ragioni della decisione.



Il sindaco Cascini, nel convocare il consiglio comunale di Ieri, si era ben guardato dall'inserire il punto all'ordine del giorno della “discordia”: il documento unico di programmazione. Probabilmente, con quel punto all'ordine del giorno, si sarebbero apprese anche le intenzioni della consigliera Filicetti che si trova in una “relazione complicata” con conseguenze anche di carattere politico superiore.

Nella relazione dell'assessore Greco si fa subito presente: “Per spiegare e meglio far comprendere le ragioni che stasera mi spingono, spingono il gruppo consiliare “Futura” al quale mi onoro di appartenere, a fare la scelta dolorosissima di restituire le deleghe di assessore e di abbandonare la maggioranza per sedermi, per sederci, tra i banchi della minoranza, devo necessariamente partire dalle ragioni che mi hanno spinto, che ci hanno spinto, nella primavera del 2022 ad accettare la candidatura con la lista capeggiata dal sindaco Cascini.



Non è stato facile per me far comprendere al mio elettorato le ragioni che hanno spinto me, Giovanni Martucci e Filippo Perrone ad accettare la candidatura. Il principio che mi ha guidato, che ci ha guidato, era quello di porre in primo piano gli interessi comuni, gli interessi della comunità, gli interessi di Belvedere. “Prima di tutto c’è Belvedere”, questo è stato il nostro slogan. Sulla scorta di questi principi, per noi irrinunciabili, abbiamo sottoscritto con il indaco un accordo politico. Dai primi giorni del nuovo esecutivo sono iniziate ad emergere le prime criticità dovute dall’assenza di collegialità nelle scelte operate. Un primo campanello di allarme sulla mancanza di collegialità l’abbiamo constatato nella scelta non concordata, non discussa in maggioranza ma assunta dal sindaco in modo autonomo di sostituire il responsabile dell’ufficio tecnico comunale. Nonostante ciò, e per alto senso di responsabilità e rispetto verso gli elettori, abbiamo con pazienza continuato a cercare quel dialogo in maggioranza che ci avrebbe permesso di amministrare.



Avremo tempo di parlare e di analizzare quello che questo assessorato in poco più di un anno ha realizzato”.

Il piano di battaglia dell'ex assessore Greco è legato al piano strutturale comunale. Ricorda Greco: “Il professor Colombo, incaricato da questo ente nell’anno 2009, ben 14 anni fa, dopo averci presentato ai consiglieri tutti, nella riunione del 12 dicembre 2023, la bozza del documento preliminare del piano strutturale comunale, ha inviato il documento preliminare con tutti gli allegati, pronto per essere discusso e finalmente approvato da questa assise. Successivamente alla sua approvazione, verrà indetta la conferenza di pianificazione con la presenza dei professionisti, degli imprenditori, delle associazioni, dei rappresentanti dei comuni confinanti con Belvedere Marittimo, i quali presenteranno le osservazioni che porteranno all’approvazione definitiva del Piano Strutturale Comunale. Un risultato che può essere ascritto al lavoro incessante del mio assessorato e dell’impegno continuo del responsabile dell’area urbanistica Giacomo Amendola.

Ho dovuto fare questa necessaria premessa per ribadire che i principi cardini che da sempre hanno caratterizzato il nostro modo di fare politica sono la legalità, la trasparenza e l’agire per la tutela degli interessi comuni”.



Miocomune whatsapp
  • Pagina Facebook miocomune
  • miocomune
  • Youtube miocomune
  • Instagram miocomune
telegram.jpg

contatto mail: miocomune@gmail.com

Iscriviti ai nostri canali per essere sempre informato
Clicca sulle icone, andrai direttamente ai nostri social

bottom of page