Belvedere, Castello e tariffe Tari: interviene il gruppo autonomo

Il gruppo autonomo di maggioranza di Belvedere Marittimo, interviene sulle questioni trattate in consiglio: castello e tari

BELVEDERE – 28 lug. 21 - Il gruppo autonomo di maggioranza, interviene dopo il consiglio comunale dei giorni scorsi. In particolare, sul tema trattato all’ordine del giorno: l’approvazione del piano economico finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani per l’anno 2021 e la determinazione delle tariffe Tari per l’anno 2021. Dopo un’approfondita discussione sui dati tecnici, ritenuti non congrui con gli anni precedenti, su richiesta del gruppo autonomo di maggioranza formato dai consiglieri Vincenzo Carrozzino, Vincenzo Spinelli, Stefania Scoglio, è stato deciso il rinvio dei due punti all’ordine del giorno al prossimo consiglio comunale.



Ad inizio seduta, il consigliere capogruppo, Vincenzo Spinelli, ha presentato al sindaco, Vincenzo Cascini, due interrogazioni urgenti riguardanti il perfezionamento dell’acquisto del castello e sui disagi che lamentano i cittadini residenti nelle contrade interessate dal servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta. Il gruppo ha chiesto di sapere “se risponde al vero che la Regione Calabria ha autorizzato il Comune ad utilizzare il contributo di 240.000 euro per l’acquisto del restante terzo del castello; di conoscere i motivi che stanno ritardando l’acquisto del restante terzo”. Il sindaco Cascini ha fatto sapere che il decreto di 240.000 euro che la Regione Calabria ha assegnato al comune di Belvedere M.mo non può essere utilizzato per l’acquisto del restante terzo del castello in quanto si tratta di somme finalizzate alla messa di sicurezza di strade, ponti, viadotti nonché per interventi sulla viabilità e sui trasporti anche con finalità di ridurre l’inquinamento ambientale.