Belvedere, bomba alla clinica Tirrenia: interviene il sindaco Cascini

La condanna del sindaco Vincenzo Cascini



BELVEDERE MARITTIMO - 13 ott. 22 - L'esplosione di un ordigno nella sala mortuaria della casa di cura Tirrenica hospital di Belvedere Marittimo (Leggi) suona come un forte campanello d'allarme. Il sindaco Vincenzo Cascini è intervenuto con una nota: "Condanno vivamente il grave atto intimidatorio perpetrato ai danni della Casa di cura Tirrenia Hospital. Immediatamente dopo il fatto mi sono recato a fare un sopraluogo e valutare gli ingenti danni provocati. È un atto che non ci deve piegare alla malavita e alla criminalità organizzata. Dobbiamo condannare e isolare ogni tentativo di creare un clima di paura con le bombe o con altre azioni.



Contatterò il prefetto di Cosenza per chiedere la convocazione del comitato dell’ordine e della sicurezza. Questo gesto va condannato in ogni sua forma e in ogni ente rappresentativo del popolo calabrese. Assieme ai colleghi sindaci deve arrivare un forte grido corale per dire no ad ogni azione criminosa.

Esprimo in ultimo la mia solidarietà e quella dell’amministrazione comunale ai dirigenti della Casa di Cura, al personale medico e infermieristico, al personale tutto e ai pazienti”.